LETTERA / MENSA A COAZZE: IL SINDACO RISPONDE ALLA GERBI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Il sindaco Paolo Allais e Grazia Gerbi

di PAOLO ALLAIS (sindaco di Coazze)

COAZZE – Leggo ancora una volta che la consigliera Gerbi rimette piede nella “sua cucina”, certo la sua cucina, perché nessuno potrà mai mettere in dubbio che quell’opera è stata voluta da lei e da chi con lei ha amministrato nel precedente mandato, quindi loro gli oneri e loro gli onori, ai posteri lasceremo il giudizio sull’opera.

Apprezziamo che ammetta che “questo nuovo ed innovativo servizio avrebbe avuto dei costi maggiori”. È vero, la nuova mensa costerà di più. Senza che la nostra amministrazione abbia aumentato il costo dei pasti. Appezziamo che lei elenchi tutti i benefici che i fruitori dovrebbero avere da questa innovazione, sperando che il tempo gli dia ragione soprattutto per i coazzesi.

Apprezziamo un po’ meno quando lei indica come avrebbe avuto intenzione di coprire le maggiori spese per non “pesare sulle famiglie”: questo lo lasci fare a noi, è troppo facile fare la spesa con il portafoglio degli altri.

Giustamente dice che “l’attuale amministrazione ha portato a compimento l’opera consentendo la ripartenza del servizio in anticipo rispetto alle altre realtà della valle”. Certo, dimenticando però di aggiungere che per raggiungere tale traguardo abbiamo dovuto nell’ordine:

a) Sanare la questione relativa alla loro edificazione a meno di 5 metri dal confine come prevede la legge.
b) Rifare l’impianto Gas che loro avevano posizionato impropriamente sotto la costruenda cucina, spesa per la messa a norma circa 4.000€.
c) Acquisto della dispensa da loro dimenticata nelle pieghe del contratto, spesa sostenuta 8.000€

Ricordo alla consigliera Gerbi che per coprire tali impreviste spese, la nostra amministrazione ha dovuto utilizzare la rinegoziazione dei mutui, e non vogliamo dilungarci su tutte le altre problematiche irrisolte che abbiamo ereditato ed alle quali abbiamo dovuto fare fronte, illustrandole però costantemente in sede di Commissione Permanente ai due candidati sindaci che ne fanno parte, e con i quali la nostra amministrazione condivide le problematiche del paese con ottimi risultati.

Suggeriamo alla consigliera Gerbi, che sicuramente continuerà ad essere attiva politicamente nel nostro paese, di essere meno impegnata nel sociale con i soldi degli altri e più attenta al fattore tecnico/amministrativo con i soldi dei cittadini, ma lo suggeriamo soprattutto nell’interesse dei coazzesi.

Più volte ci ha chiesto di impegnare a sostegno delle fasce deboli l’avanzo di gestione, più che doveroso e condivisibile, previa però attenta e puntuale verifica della effettiva spendibilità dello stesso. Esso infatti è costituito per buona parte da crediti dei quali è in corso la verifica della loro esigibilità.

Rassicuriamo la consigliera Gerbi che non è intenzione della nostra amministrazione trasformare “una risorsa in un ostacolo” e garantiamo che le nostre “intenzioni” sono rivolte non solo ai bambini ma a tutta la popolazione.

Infine, non si preoccupi la consigliera Gerbi della questione panini: ci stanno pensando il sindaco, l’assessore Salvaia ed il dirigente didattico, con il quale abbiamo già fissato un incontro per l’applicazione del protocollo stabilito ed il rispetto dei dettami dell’Asl, mantenendo sempre un positivo dialogo con le insegnanti dei plessi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.