LETTERA / ROSTA, DONNA URTATA DA UN’AUTO: “LA STRADA È PERICOLOSA, IL COMUNE INTERVENGA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ERSILIO TEIFRETO

Buongiorno direttore,

sabato c’è stato un incidente in via Sant’Antonio di Ranverso, nel territorio di Rosta. Le inviamo le immagini di qualche giorno fa proprio del luogo dove e successo il fatto: si vede l’erba alta  e strisce bianche coperte dall’erba alta, le persone praticamente camminano in mezzo alla strada, già stretta, incrociando tir, auto e molto traffico nei due sensi di marcia.

Nel pomeriggio di sabato, intorno alle ore 16, una giovane è stata urtata da un’automobile mentre stava camminando sulla strada: è stata colpita nel puntoop tra il muretto dell’Abbazia e la strada pericolosa, è caduta per terra e sanguinava. Abbiamo chiamato un’ambulanza attrezzata: è intervenuta in breve tempo da Rivoli e sul posto sono arrivati i famigliari della donna.

In quella via mancano segnali per limitare la velocità, per dare la precedenza ecc. Per esempio su via Sant’Antonio, prima di arrivare in Strada della Peschiera, non esiste un segnale, che girando a destra, si procede in senso unico. Manca un cartello visibile che vieta l’accesso ai camion.

Nel viale di Sant’Antonio di Ranverso non c’è la segnaletica che indicano lo stop o l’approssimarsi della rotatoria di corso Moncenisio, così come non abbiamo visto i cartelli coi limiti di velocità. Le amministrazioni di Rosta e Buttigliera e la polizia municipale sbagliano a ignorare le segnalazioni dei cittadini.

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

  1. Cosa cambia destra o sinistra??
    Le strade vanno tenute in ordine,cercare di renderle sicure per chi le attraversa in auto a piedi in bici ecc ecc…..un minimo di pulizia e taglio d’erba….
    Poi li che c’è l’Abbazia!!!

    • Cambia tantissimo. Se cammini a destra le auto ti arrivano alle spalle e non le vedi. Se cammini a sinistra, vedi le auto arrivare ed in caso di pericolo ti puoi scansare. Che poi la manutenzione vada fatta, questo è ancora un altro discorso.

      • Salve, sono la figlia della signora investita, mia mamma camminava a destra e il camion l’ha presa frontalmente, quindi secondo la logica del suo commento camminava nel senso “giusto”.
        Ma non è questo il problema perché anche se ti arrivano le macchine addosso per evitarle ti devi schiacciare per forza in contro al muro che contorna il giardino dell’Abbazia e ti fai molto male comunque.
        Menomale che mia madre ha avuto la prontezza di buttarsi all’indietro perché se avesse evitato il camion buttandosi contro il muro adesso non so se sarebbe ancora tra di noi visto che il camion poi ha perso il controllo.
        Il vero problema non è il senso di camminata, è che non c’è spazio pedonale in un posto dove deve esserci, perché quella strada collega l’ingresso alla strada Franchigena (che è un percorso pedonale), l’ingresso alla strada pedonale che da Sant’Antonio porta alla stazione di Rosta, al centro di Rosta e a Buttigliera Alta.
        Una persona che abita a Ferriera e deve dirigersi a piedi in uno di questi posti deve per forza passare nel tratto dove è stata investita mia mamma.
        Inoltre quella è una zona turistica, dove nel giorni di punta ci sono moltissime persone che vengono a visitarla e non mi sembra il caso che se i turisti desiderano camminare nei dintorni sono costretti a stare quasi in mezzo alla strada e quindi in pericolo.
        Io non voglio dare esclusivamente la colpa al Comune che in questi anni non si è posto problema delle strade, anche perchè la colpa è pure del signore che guidava il camion che per qualche ragione non ha visto mia madre in un punto dove, in un secondo momento, ho notato avere una buonissima visibilità, soprattutto se chi al volante rispetta i limiti e non è “distratto”.
        Sicuramente la strada ha giocato un ruolo importantissimo e quindi sarà compito del comune di rendere quella strada (che si trova in una zona turistica, frequentata da molti pedoni) sicura e ben mantenuta.
        Io e la mia famiglia ci mobiliteremo affinché questo accada sia per quello che è accaduto a mia mamma e sia per tutte le persone che ogni giorno per vari motivi frequentano quel tratto di strada.

          • Trovo fuori luogo cercare di addossare la colpa al pedone. Chi lo fa, sicuramente non ha mai avuto il “piacere” di farsi male per strada o di avere un incidente grave! In questo caso sarebbe meglio astenersi e sperare solo che non capiti a voi stessi. Altrimenti, capitasse mai, vedreste che il senso di marcia non avrebbe più tanto senso…dinnanzi al vostro dolore. Meditate gente, meditate!
            Un augurio alla signora che possa riprendersi presto e mi auguro senza grandi conseguenze.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.