LETTERA / “SOLIDARIETÀ A SALVINI DOPO LE SCRITTE IN VALSUSA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ILARIA MICELI (Coordinatrice Lega Giovani Valle Susa)

Siamo alle solite. Alcuni violenti anti democratici valsusini con scritte minacciose, lungo la strada che collega Novaretto e Villar Dora, hanno dato il benvenuto al nuovo ministro delle Infrastrutture. Condanniamo fermamente questo gesto, perché pensiamo sia importante dissociarci dalle frasi scritte, comunque la si pensi sull’infrastruttura, e confidiamo nel lavoro delle forze dell’ordine per l’identificazione degli autori di questo atto intimidatorio, che si sono già auto denunciati su Facebook e vanno fermati al più presto.

Questo gesto denota una pericolosa escalation sull’argomento. Chiediamo alle amministrazioni locali di affrontare in maniera adeguata il tema sull’opera attraverso dibattiti costruttivi, e non alimentare un clima sempre più divisivo. Esprimiamo pertanto massima solidarietà al ministro Matteo Salvini, che non facendosi intimidire da un gruppo di facinorosi, siamo certi farà ripartire il nostro paese nel migliore dei modi, guidato da un governo finalmente scelto dai cittadini e a guida centrodestra.

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

22 COMMENTI

  1. Dov’e’ l’ atto intimidatorio? Tre quarti della gente della valle tratta il resto cosi’! E’ ignoranza! Nell’ ignoranza c’ e’ tutto cattiveria , parole atte all’ offesa, che secondo chi abita nella valle di….Susa e’ normale.E persone diverse da loro non sono normali.Anzi sono talmente in tanti a essere cosi’ che quelli che sono diversi li trattano come i lebbrosi.
    Ora per non dare visibilita’ agli ignoranti,si fa semplicemente cio’ che la legge consente.Se si vuole si scrive la lettera a Matteo Salvini dicendo quanto espresso poc’anzi. Adesso li fa pure sentire fighi perche’ le hanno urtato la sensibilita’ ….e ha sbagliato.

  2. Che cosa hai scritto? Sei Elisabetta? Perché se non sei Elisabetta, vuol dire che ce ne sono altri come lei. Quindi in valle abbiamo un altro problema…

    • Sei un/a simpaticone Curiosita’, se non ho capito male Elisabetta non e’ nativa della valle, anche se tutte le persone che criticate andassero a vivere altrove , stareste sempre nella stessa minestra, dove e’ palese che il problema valsusino siete voi e non gli altri.

  3. In valle,purtroppo, la decadenza economica e culturale ha portato a una situazione sociale pessima. In questa decadenza le derive ideologiche ci vanno a nozze. C è chi reagisce con il sovranismo, chi con il populismo chi con il No Tavvismo.
    In tutto ciò sguazzano i politici che per farsi eleggere sono No TAV in valle e poi a Torino si inchinano ai partiti nazionali. D’altronde se vogliono vivere di politica e fare carriera debbono stare agganciati a partiti provinciali.
    Insomma in tanto squallore cosa si ci può aspettare.

  4. Finché ci saranno i NO TAV ci saranno problemi. Bisogna procedere a commissariare quei SINDACI che li fomentano, facendo ricadere sulla collettività i miliardi di euro di maggiori costi per 4 fannulloni senza gloria.
    Non mi piace Salvini lo considero al pari del TrotaBossi, ma non vado ne a rompere le palle in giro per la valle e non scrivo su muri. Soprattutto
    sulla montagna la scritta NO TAV tanto tollerata dal Comune!!!.

  5. Parli l’ Elisabettese???? Sei cosi’ sei cosa?????? In uno stato democratico dove molta gente della val Susa, pensa di prendere tutti per il naso e poi si ritrova un eterno fallimento, dove non si ha fatto nulla per la canna del Frejus , dove vi siete presi un po’ i soldini della Tav , dove gli interessi vanno di lusso e lagna da bambini da nido pure,non si puo’ certo pensare di trovare gente con sani PRINCIPI.I giovani valsusini che conosco e non vi accusano di avere distrutto la valle, no Salvini, no il M5S no la Meloni , Berlu ecc., non sono stati i vicentini, gli emiliani , i pisani o palermitani, ma voi avere fatto tutto da soli e continuate a fare cosi.Voi le regole non le rispettate.Ecologia NOTAV , lamenti striscione NoTav? Dal Si al No siete na lagna.Non create strutture nemmeno per i giovani in eta’ pre scolare, consci che resterete voi e loro se ne andranno.Di canne come qlla del Frejus o di Tav qui una volta andati i restante per selezione naturale, nessuno dira’ si o no, perche’ i giovani gia’ vi avranno salutato e cosi’ non rimarra’ nessuno. E finalmente l’ ignoranza sara’ abbattuta.Dobbiamo attendere il corso della vita ….ma meglio tardi che mai.

  6. Avete pienamente ragione……….a proposito aspettiamo ancora i 49 milioni. Cmq per cancellare la scritta si sta occupando il consolato russo di Torino.

  7. E’ fuor di dubbio che Bisogna pensare sia una persona che dà proprio da pensare.
    Torino ha avuto una grande scuola di surrealisti, Colombotto Rosso, Alessandri, Molinari, Gilardi, Macciotta….
    Il nostro amico (al maschile perché così ha declinato l’aggettivo “incapace”) ne sarà stato un allievo, letterario anziché pittorico.

  8. La solidarietà di una Leghista a uno della Lega è quasi commovente. Dove starebbero le “scritte minacciose” ? Quando Napolitano veniva definito “Boia” non ho visto sollevazioni leghiste. Che poi boia è persino dubbio come insulto, altro che una minaccia.

  9. Spettabile Ilaria Miceli,
    ho letto con estrema attenzione la usa lettera.
    Pur non condividendo moltissimi punti del programma di questo governo di cui la lega é parte integrante, le riconosco un tono decisamente più pacato rispetto ad altri sull’ argomento in questione. Le parole hanno sempre un peso e le sue denotano ( secondo me) una equilibrata tolleranza verso chi dissente anche in modo determinato e battagliero ( purché non violento) a difesa delle proprie idee . Non ha ridicolizzato né banalizzato o generalizzato. Non mi è sfuggita nemmeno la mancanza di giudizi sulla bontà o strategicità dell’ opera ( avendo io 54 anni ben ricordo i principi fondanti della lega nord sulla difesa della propria terra e in seguito proprio anche di contrarietà al TAV). Pertanto non escludo ( anzi da NO TAV incallito me li auguro) colpi di scena , o quantomeno dubbi e contraddizioni sull’ argomento TAV proprio all’ interno del suo partito. Cordiali saluti. Mauro Galliano

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.