LICENZIAMENTI ALLA BOTTERO DI TRANA, LA REGIONE APRE UN TAVOLO: “L’AZIENDA SVELI IL SUO PIANO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  

Si è tenuto ieri l’incontro tra l’assessore regionale al lavoro Gianna Pentenero e la dirigenza della Bottero, azienda leader nella produzione di macchine lavorazione vetro, che ha sedi a Cuneo e Trana, in Valsangone.

“Per Trana sono stati dichiarati 48 esuberi. I lavoratori la scorsa settimana sono scesi in sciopero e in questi giorni stanno continuando con interruzioni a singhiozzo – spiega il consigliere regionale di Giaveno, Alfredo Monaco – li ho incontrati giovedì scorso, 30 aprile, dopo aver già incontrato in precedenza gli amministratori della ditta, il 20 aprile. Durante la riunione a Palazzo Lascaris, ho chiesto a Marco Tecchio ed Aldo Faccenda, rispettivamente Ceo e Direttore del Personale della Bottero, che la ditta renda noto con chiarezza il suo piano industriale”.

Aggiunge Monaco: “Ho richiesto se e quando i lavoratori sono stati coinvolti nella stesura e realizzazione del piano industriale, dato che sono tutti dipendenti con professionalità elevata che hanno fattivamente e direttamente contribuito alla progettazione delle macchine nell’azienda negli anni passati – dice – l’azienda ha parlato di difficoltà strutturali e di quelle che nascono dagli scioperi. Trana è comunque da mantenere, seppure ridimensionando, poiché sta subendo forti perdite. Il piano industriale è di difficile estensione a causa della non continuità delle commesse. Ritengo che occorra dare risposte chiare ai lavoratori, giustamente preoccupati per il loro futuro. L’assessore Pentenero si è detta disponibile a istituire un tavolo di lavoro”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.