L’OSPIZIO DELL’ALTA VALSUSA ACCOGLIE 12 MINORENNI STRANIERI: UN PROGETTO DA 569MILA EURO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Casa Galambra a Salbertrand

di FABIO TANZILLI

SALBERTRAND – Il Conisa (Consorzio socio-assistenziale dei Comuni) ha aperto in Val Susa la prima casa di accoglienza per i migranti minorenni non accompagnati (di età superiore ai 16 anni). Da metà ottobre dodici stranieri stanno trovando vitto e alloggio presso Casa Galambra a Salbertrand: l’edificio da sempre viene utilizzato come casa di riposo per gli anziani autosufficienti o parzialmente sufficienti e si trova vicino alla stazione ferroviaria. L’incarico è stato assegnato alla cooperativa Frassati di Torino, che già gestiva la struttura da anni. Dal punto di vista giuridico, viene definito Minore Straniero Non Accompagnato (Msna) “il cittadino di Stati non appartenenti all’Unione Europea e l’apolide di età inferiore ai 18 anni che si trova, per qualsiasi causa, nel territorio nazionale privo di assistenza e rappresentanza legale”.

Per dare assistenza ai 12 migranti di sesso maschile, la cooperativa Frassati riceverà dal ministero dell’Interno un importo complessivo di 569.598 euro, valido per il biennio 2017/2019. Il tutto nasce dal progetto presentato nel settembre 2016 dal Conisa, dal titolo “Cose dell’altro mondo”, che prevedeva la creazione di una “struttura di seconda accoglienza”  per 12 minori di sesso maschile e di età superiore a 16 anni.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

  1. Sarà intelligente Lei a gioire per lo sperpero dei soldi pubblici ! Gli italiani devono aspettare qualche genere alimentare dalla Caritas perché lo Stato non ha soldi, c’è il patto di stabilità, ci sono i vincoli di bilancio ecc. E qui salta fuori più di mezzo milione di euro. .. è vergognoso! E lei è un razzista contro gli italiani.

  2. E gli anziani ITALIANI a rovistare nei mercati .Quelli della Vallesusa li hanno buttati nel cassonetto ? Vergognatevi !

    • pensa ai 2 milioni di € spesi per fare una ennesima pista ed impianto di risalita a Sauze d’oulx , soldi pubblici spesi dal comune per regalare alla Sestriere spa (società privata) che poi assume operai a giornata , nemmeno più stagionali. Quanti anziani che ROVISTANO NEI CASSONETTI potevano aiutare

  3. 569.598 euri x 2 anni =284.799 euro/anno. per 12 persone = 23.733,25 euro/anno ovvero 1.977,77 euri al mese per persona (quattro miloni del vecchio conio a persona al mese).
    Meditate gente meditate. Siamo nel paese dei record del debito pubblico, dovuto certamente in parte a foraggiare i baby pensionati Giulio & Gwen. Io li rimanderei a casa, il viaggio ci costa meno, oppure paghi solo chi li vuole (i soliti Giulio e Gwen).

    • mi spiace deluderti ma devo lavorare almeno altri 15 anni. Comunque il calcolo finale giornaliero seppure ben superiore a quello che si spende in famiglia è di € 65 giornalieri comprensivi di 3 pasti , alloggio, scuola, trasporti, medico, operatori CO.NI.SA. troppo? GIUSTO? TROPPO POCO ? comunque circa quello che si spende in casa di riposo

  4. Ormai si è perso davvero il senso della realtà e la misura del valore dei soldi… Parliamo di un miliardo di Lire !!!! per assistere 12 migranti? Ogni migrante ci costa 47 mila euro per l’accoglienzaaaa? Ma siamo impazziti tutti? E per gli italiani (solo se hanno l’Isee a posto, se non risultano troppo benestanti, se non hanno casa di proprietà… insomma se sono poveri o finti poveri…) lo stato trova forse una elemosina di 80 euro al mese?????? VERGOGNA !

  5. Ormai l’abbiamo capito tutti come stanno le cose, solo quelli che ci mangiano fanno finta di non capire .

  6. Ciao Giulio. Apprezzo che non sei passato ai soliti insulti e constato che lavorativamente siamo messi allo stesso modo. Io da lavoratore dipendente di fatto e con partita IVA 65 euri/giorno non li guadagno e non sono neanche sicuro che il lavoro duri. Per cui preferirei che lo stato italiano si comportasse come tutti gli altri stati ovvero pensasse prima ai suoi cittadini e dopo, se c’è spazio, agli altri. Se rimango senza lavoro non credo che lo stato mi mandi in colonia in montagna e sono certo che da vecchio non ci sarà posto negli ospizi. Sto seriamente pensando di andare via io, la Francia è solo a 4 Km da casa mia.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.