MAFIA E AFFARI IN VALSUSA / LE MINACCE DI TORO PER  LAVORARE SULL’AUTOSTRADA TORINO-BARDONECCHIA: “SE NON MI DAI L’APPALTO DICO TUTTO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FABIO TANZILLI

Stupisce che nell’ambito dell’inchiesta San Michele sia passata, quasi inosservata, la richiesta di rinvio a giudizio a carico dell’imprenditore Giovanni Toro. Proprio quel Toro che voleva “mangiare la torta” dell’Alta Velocità e che, non riuscendoci, deve aver pensato di “mangiare” un’altra “torta”, quella dell’autostrada Torino-Bardonecchia”. A lanciare l’accusa è il senatore del Pd, Stefano Esposito. “Infatti Giovanni Toro viene accusato di minacce al direttore tecnico della ditta Itinera per ottenere in subappalto i lavori di ristrutturazione della galleria Prapontin della A32 oltre che le operazioni di pulizia stradale e sgombero neve – aggiunge Esposito – lo stesso Toro è accusato anche di cedere sostanze stupefacenti all’amministratore delegato di un’altra impresa valsusina, in cambio di denaro, di lavori in subappalto e notizie riservate su lavori pubblici e privati della società stessa”. Secondo il senatore Pd, “Mentre le recinzioni della Torino-Lione reggevano non solo alle sassaiole dei No Tav ma anche agli assalti mafiosi, l’altra infestrattura della Valle di Susa, l’autostrada Torino-Bardonecchia, si dimostrava più permeabile”. 

E ancora: “Mentre la TAV risulta essere l’opera più contestata ma anche più ‘attenzionata’ d’Europa, nella vicina autostrada valsusina è possibile minacciare e corrompere per ottenere subappalti e vantaggi vari, senza che nessuno gridi allo scandalo o pretenda il ripristino della legalità. Capisco che la TAV faccia notizia, ma il tema delle infiltrazioni mafiose merita attenzione a 360 gradi”.  In effetti, nell’ordinanza della procura emergono vari aspetti inquietanti.

 Toro avrebbe minacciato Mantio Moggia, direttore  tecnico della ITINERA Spa, dicendogli che se non avesse acconsentito a subappaltargli lavori di ristrutturazione della galleria A32 Prapontin e ad attribuirgli noleggi per le operazioni di pulizia stradale e sgombero neve della A32 (lavori che la società ITINERA aveva conseguito in appalto dalla società SITALFA), avrebbe rivelato ai vertici aziendali della stessa società  notizie riservate su presunte  azioni illecite, tra cui alcuni pagamenti che sarebbero stati fatto per l’assegnazione di subappalti per opere di pulizia stradale e sgombero neve, disincentivando un altro imprenditore locale nel partecipare alla gara, promettendogli in cambio lavori di manutenzione stradale per l’autostrada A32. Dopo queste minacce, secondo le indagini della Procura, il direttore dell’Itinera avrebbe acconsentito nel 2012 all’impresa di Toro di lavorare in autostrada, per le opere di pulizia e sgombero neve dell’arteria autostradale A32. 

  


FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. SIg. Tanzilli con tutto il rispetto le dico la a32 si vanta di averla portata il signor virano solo per chiarire, con la a32 in mezzo abbiamo la strutture statale Anas che triangola con stato e gestori quali sitaf e compani, che hanno ditte di manutenzione dello zio Gavino come si sa, possiamo dire che mafia o no, la a32 ha sfamato un indotto di mille nuclei famigliari anno tra indotti e non, a farla era gremita di italiani, e serviva una autostrada , poi nel cda che ci sia la mafia lo sapeva tesseri e lo hanno segato perché lo disse lo sanno tutti ma nessuno sa farci nulla, ora la tav, e dello stato l’idea di farla e non è una coincidenza che virano sia l’ariete, perché con l’autostrada ha spinto bene i bottoni e pensavano ora di replicare il passaggio vent’anni dopo, la gente si è accorta ed incazzata perché in periodo di crisi vogliono far la tav senza chiedere nulla al popolo devastando una valle una popolazione che ha perso manifatture stabilità economiche posti di lavoro manutenzioni del posto, ora qui troviamo mafie già nei cantieri tav insinuate di default, scoperto i rifiuti a Napoli e sotto le. Autostrade ora serve spazio non attenzionato per seppellire rifiuti, muovere miliardi perché i partiti a secco di money, questo lei lo vede ho pensa che qui siamo tutto con anello al naso, quello che il popolo fa ha ed è l’ultimo diritto rimasto, quello che non capisco è da che parte sta la gente che difende la tav, che poi coincidenza finisce fallita, immischiata in mafia cose sporche discariche tòssiche ed altri fallimenti speciali, ma diciamocela tutta sta tav interessa solo a chi ha miliardi di facili motivi, al resto del popolo non serve la tav, allora i pro tav sono pagati per esser tali? I no tav sono gratuitamente no tav, ricordiamoci che lo fanno autofinanziandosi solo per non inquinare la valsusa come fecero a Napoli con i rifiuti tossici, ora le chiedo se mai trovassimo un domani rifiuti tossici nelle canne e pavimentazioni della tav, chi andremmo a suonare, sappiamo bene che chi non paga è proprio chi autorizza lo sversamento del tossico, e la valsusa è già troppo contaminata, va bene la centrale idroelettrica che in valle a preso ettari di terreni, va bene la a32 che fa vivere di manutenzioni la valle, ma la tav adesso basta, usate il treno attuale, che ha già un servizio caro così, figuriamoci la tav sarebbe privatizzavi le per fallimento statale, qui la cosa puzza davvero non vorrei che italo si stia facendo fare la alta velocità, per acquisirla per due soldi se fallisce va in borsa, ci ritroveremo Montezemolo con la tav e italo a portafoglio, e noi paghiamo la tav mentre Montezemolo la gestisce ed acquista in borsa, come con Alitalia ora, mi sbaglio?, qui un potente si fa fare le ditte con soldi pubblici le fa andare male per acquistarle con due soldi, vedi Alitalia, autostrade, ferrovie dello stato, a saldo Brera, la Fincantieri, ed altre ditte di questa stazza, tutti ad acquistare aziende ma come, da anni che vanno male, le tasse alle stelle, e acquistano aziende grosse?… Certo vengono quasi gratis, l’unico coglione che paga e il popolo…. Buona pasqua…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.