MARCIA IN VAL CLAREA, I NO TAV RICORDANO IL 17ENNE UCCISO A NAPOLI, GRIDANO “ASSASSINI” E INVITANO I POLIZIOTTI A SCIOPERARE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Oltre 200 No Tav hanno partecipato sabato sera alla marcia al cantiere da Giaglione a Chiomonte. Nessun problema di ordine pubblico. Arrivati ai cancelli dalla Val Clarea, i No Tav hanno urlato slogan contro le forze dell’ordine, con il coro “assassini!”, riferendosi in particolare alla morte del 17enne di Napoli, Davide Bifolco, ucciso dopo un inseguimento dei carabinieri. In prima fila tra i manifestanti c’era Heidi Giuliani, la mamma di Carlo Giuliani, il ragazzo ucciso a Genova nel 2001 durante il G8. È stata proprio la Giuliani a voler ricordare, con un apposito cartello, la morte del ragazzo napoletano: “Davide Bifolco, 17 anni, sparato al cuore dallo Stato”.
Riferendosi anche alla recente polemica sugli stipendi delle forze dell’ordine, i No Tav hanno anche invitato i poliziotti a scioperare contro il governo.
Poi sono stati fatti scoppiare dei fuochi d’artificio.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.