MCDONALD’S AVIGLIANA: “TROPPI RIFIUTI, AUMENTIAMO I CESTINI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Foto Musacchio

di MATTEO BUSCIOLÀ

AVIGLIANA – A seguito dell’apertura del nuovo McDonald’s in Via Falcone, i residenti della zona starebbero facendo i conti con i troppi rifiuti che i clienti, spesso per la poca capienza dei cestini, abbandonano sui tavoli dei parchi della zona o nei pressi dei cestini già colmi.

Il consigliere di minoranza Angelo Roccotelli ha chiesto all’assessore Fiorenza Arisio sulle possibili soluzioni da attuare, tra cui la possibilità di un incremento dei cestini in Via Falcone e Corso Europa.

“C’è stato un aumento notevole dei rifiuti da quando McDonald’s ha aperto, al punto che ci siamo trovati i sacchetti anche nei cestini del municipio” ha commentato l’assessore Arisio ” “di sicuro verranno messi nuovi contenitori di rifiuti nella zona”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

  1. Non penso cambi l’aumentare il numero di cestini quando si parla di ragazzacci maleducati .trovare carte del mc anche in corso dora …o bottiglie di birra appoggiate lato strada subito dopo aver passato la rotonda del centro commerciale … bisognerebbe punirli come succede all’estero ..ma come sempre qui si fa ciò che si vuole ..

  2. Oltre ai rifiuti abbandonati, alle plastiche che non andrebbero più utilizzate, al cibo scadente, queste catene sono delle schiaviste… assumono personale, lo sfruttano qualche mese e poi prendono altri stagisti… ma questi ragazzi che non riescono a trovare un lavoro con contratto a tempo indeterminato, come fanno a pensare a rendersi indipendenti, a vivere per conto loro, a farsi una famiglia, ad avere dei figli?? devono restare con i genitori finchè i genitori vanno in pensione?? e se i genitori dovessero venire a mancare, come mangiano?? Sfruttatori!!

  3. Non ho capito perchè non si possa dire che Mc Donald’s e altre multinazionali sfruttano giovani ragazzi senza futuro. E’ la pura verità. Li assumono con contratti a termine, facendogli fare turni massacranti, e poi non confermano i contratti e assumono altri con contratto a termine per pagare meno tasse, ma se questi ragazzi non avessero dei genitori che li mantengono, come vivrebbero lavorando 3 mesi una volta l’anno?? Come faranno a rendersi indipendenti, andare via da casa, formarsi una famiglia? E se i genitori venissero a mancare, dove andrebbero a mangiare?? ci vorrebbe una Legge che li obblighi ad assumere le persone che lavorano bene invece siamo ritornati ai tempi dei servi della gleba.

  4. Meno male che c’è gente “intelligente” che commenta… cosa c’entra McDonald’s con il lasciare per strada i rifiuti? E ricordiamoci che non tutti siamo dei porci che buttiamo per strada l’immondizia, il vero problema sono i comuni e le aziende di raccolta, adesso spiegatemi cosa serve aumentare i cestini se tanto vengono riempiti in poco tempo e per giorni (facciamo anche due settimane) non vengono a svuotarli? E che cavolo significa la storia degli stage? Lo fanno il 90% delle aziende, e sicuramente non è colpa loro, visto che a loro uno stipendiato da 600 euro netti costa circa 1150 euro a causa di questo bel paese chiamato Italia

  5. Quando passo davanti a queste strutture solo a vedere l’insegna mi viene il vomito, sarà una questione psicologica,mi viene in mente i panini della mia nonna lardo e aglio.

  6. Quando passo davanti a queste strutture solo a vendere l’insegna mi viene il vomito.Sarà una questione psicologica,mi torna in mente la mia nonna che mi faceva panini con lardo e aglio.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.