MEDICI SENZA FRONTIERE, CAMMINATA IN VALSUSA CONTRO LE GUERRE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

msf

Valle di Susa – Volontari e amici del gruppo di Torino di “Medici Senza Frontiere” sono partiti nella mattina di lunedì 3 agosto, dal Col Petit Mont Cenis per la prima tappa della camminata #Milionidipassi sui sentieri del Glorioso Rimpatrio, che li ha portati al Rifugio Vaccarone.
Martedì la seconda tappa, con arrivo nel pomeriggio a Salbertrand, dove li attende il “gruppo di supporto”, che sin dal pomeriggio distribuisce materiale informativo, proietta video, presenta l’iniziativa a valligiani e villeggianti. In serata interviste con i protagonisti della camminata e operatori umanitari di Medici Senza Frontiere.
Poi si prosegue per Pragelato, Balziglia, Ghigo, Bobbio Pellice.
L’iniziativa è organizzata a sostegno della campagna nazionale “#Milionidipassi di Medici Senza Frontiere Italia”, dedicata alle popolazioni in movimento, in fuga da guerre, violenza e povertà. Ripercorre i sentieri del Glorioso Rimpatrio dei Valdesi (1689), in 6 tappe di una ventina di km ciascuna e per circa 5.000 metri complessivi di dislivello.

Il percorso
1° giorno, Lunedì 3 Agosto, val Susa, dal Col Petit Mont Cenis al Rifugio Vaccarone
2° giorno Martedì 4 Agosto, val Susa, dal Rifugio Vaccarone a Salbertrand
3° giorno, Mercoledì 5 Agosto, val Chisone, da Salbertrand a Pragelato
4° giorno, Giovedì 6 Agosto, vallone di Massello, da Pragelato a Balziglia
5° giorno, Venerdì 7 Agosto, val Germanasca, da Balziglia a Ghigo
6° giorno, Sabato 8 Agosto, val Pellice, da Ghigo a Bobbio Pellice

Pomeriggi e serate con incontri, testimonianze, filmati, stand, ore 17-22
Martedì 4 Agosto a Salbertrand
Mercoledì 5 Agosto a Pragelato
Venerdì 7 Agosto a Ghigo
Sabato 8 Agosto a Bobbio Pellice

Medici Senza Frontiere, nata nel 1971, è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo. Nel 1999 è stata insignita del Premio Nobel per la Pace. Opera in oltre 60 paesi portando assistenza alle vittime di guerre, catastrofi ed epidemie.
Il Gruppo MSF di Torino è nato nel 2007 per organizzare iniziative di sensibilizzazione e promuovere le attività dell’organizzazione in città e provincia. È costituito da volontari di ogni età e operatori umanitari, e non solo da personale sanitario. La partecipazione è aperta a tutti coloro che desiderano sostenere MSF dedicandole parte del proprio tempo.

#Milionidipassi
Alle popolazioni in fuga, Medici Senza Frontiere dedica la campagna #Milionidipassi per raccontare i passi di chi è costretto a fuggire da guerre e violenza, i passi degli operatori umanitari per assisterli e quelli che tutti possono fare per sostenere questa azione umanitaria.
Quadi 60 milioni di persone sono oggi in fuga da guerre, violenza e povertà: una crisi umanitaria globale aggravata dalle politiche disumane dei paesi occidentali, secondo l’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF), testimone da decenni delle loro sofferenze in decine di paesi del mondo e sempre più anche in Europa. E sempre più spesso sono i civili a pagare il prezzo di guerre che non combattono. La campagna #Milionidipassi vuole amplificare la voce delle tante persone che fuggono da violenze e persecuzioni, aumentando la comprensione della loro condizione; vuole promuovere un coinvolgimento attivo da parte della società civile che non può restare indifferente davanti alle sofferenze di queste persone; vuole spingere governi e organizzazioni ad agire e mobilitare il sostegno verso la propria azione medico umanitaria. www.milionidipassi.it

Per informazioni Gruppo MSF Torino:
345.46.38.183
Facebook: Medici Senza Frontiere – Gruppo di Torino
EVENTI MEDICI SENZA FRONTIERE
Twitter: @MSF_Italia
SITO MEDICI SENZA FRONTIERE

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.