MERCOLEDÌ APRE LA NUOVA GALLERIA TRA CESANA E CLAVIERE SULLA STATALE DEL MONGINEVRO. IL CANTIERE È DURATO DIECI ANNI A CAUSA DELL’AMIANTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

Dopo 10 anni di cantiere è finalmente pronta. Sarà inaugurata mercoledì la seconda galleria della Variante del Monginevro tra Cesana e Claviere: un’opera dal costo totale di 120 milioni di euro, che doveva essere pronta per le Olimpiadi, ma che per vari problemi è stata conclusa soltanto nel 2014 (il primo tunnel alle porte del paese era stato già completato) . La causa dei ritardi? Il ritrovamento dell’amianto dentro la montagna, che ha provocato rallentamenti: il cantiere è stato fermo per circa due anni, in attesa che da Roma la burocrazia sbloccasse i vari progetti per la gestione dell’asbesto in condizioni di totale sicurezza.

image

La seconda galleria che da mercoledì sarà utilizzabile, è lunga appena 1,8 km: l’amianto è stato trovato negli ultimi 80 metri di cantiere. La soluzione è arrivata da un progetto pilota elaborato da Anas e Regione, attuato per la prima volta in Italia proprio dentro il cantiere di Claviere: è stata creato, dentro la montagna, un cunicolo che farà da deposito per le sostanze nocive, lungo circa 300 metri.

Dentro questo tunnel sono state depositate decine di casse in cemento armato, contenenti tutto l’amianto trovato nella roccia. Le casse, ovviamente sigillate, saranno trasportate tramite un carro-ponte dalla zona di estrazione fino al cunicolo di deposito, passando attraverso camere di decontaminazione. Questa lavorazione ha provocato un aumento notevole dei costi dell’opera, con un investimento aggiuntivo di oltre 25 milioni di euro.

E mercoledì 4 dicembre alle ore 11.30, avverrà il taglio del nastro. Ci sarà il presidente dell’Anas Pietro Ciucci, i vari dirigenti Anas e altre autorità e amministratori locali. “Alla fine ce l’abbiamo fatta – commenta soddisfatto il sindaco di Claviere Franco Capra, che per anni si è battuto affinché l’opera venisse completata – non è stato facile, ma ora la strada per raggiungere la Francia avrà una nuova galleria più sicura, a favore dei turisti e di chi vive in Val Susa”.

image

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. 134 milioni di euro (denaro dei cittadini onesti) per 1800 metri di galleria e 8 anni di lavoro? per caso siamo sulla salerno-reggio.calabria? Oppure in alta valsusa, c’qualche differenza. o no?

Rispondi a giuseppe Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.