FINALMENTE STA NEVICANDO IN ALTA VALLE SUSA, POI ARRIVA IL FREDDO. ECCO LE PREVISIONI FINO A LUNEDÌ

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

NEVE SESTRIERE

A CURA DI METEO VALLE DI SUSA

A partire da sabato, l’inverno entrerà di prepotenza sull’Italia: una depressione molto profonda scivolerà da N/W verso le alpi pilotando un fronte perturbato molto attivo che si addosserà alle alpi a partire dalla prossima notte in seno ad impetuose correnti in quota da W/NW.

Si stanno verificando NEVICATE, anche di un certo peso, che sicuramente interesseranno tutte le zone confinali, tra cui, in primis, Bardonecchia, Monginevro e Claviere ma molto probabilmente esse riusciranno a spingersi, per alcune ore, e un po’ più attenuate, anche su tutto il resto dell’alta valle andando ad interessare, forse, anche parte del fondovalle con rovesci passeggeri.

Le temperature previste dovrebbero garantire condizioni positive per la neve fino al piano. Domenica avremo un generale miglioramento con nevicate che interesseranno unicamente i versanti esteri e le aree confinali. Tra Lunedì e Martedì, poi, il sollevamento dell’anticiclone delle Azzorre che andrà a puntare la penisola Scandinava, lasciando scoperta l’italia, favorirà la discesa di aria molto fredda di matrice continentale verso l’italia, che potrebbe improvvisamente piombare nel GELO, con termiche che attualmente vengono viste sfiorare, fra Martedì 30 e Mercoledì 31, picchi di -12/-16° a 1500 mt.

RIASSUNTO PREVISIONALE

SABATO: nubi in aumento già tra la notte e il primo mattino a partire da ovest. Nevicate a partire dai versanti esteri in rapido sfondamento, nel corso della mattinata, anche per diversi chilometri sul versante italiano con nevicate, in parte anche abbondanti, tra Monginevro, Claviere, Bardonecchia e zone limitrofe, zona di Novalesa e Rocciamelone. Nevicate, seppur meno abbondanti, si spingeranno comunque su buona parte dell’alta valle coinvolgendo, forse, per un paio d’ore, anche alcune aree di fondovalle, con particolare riferimento a Venaus, Susa e Bussoleno. Più marginalmente, e in modo molto irregolare, alcuni rovesci di NEVE, potranno scorrazzare anche fino allo sbocco vallivo ai confini con la pianura (Avigliana/Rivoli). Rapida cessazione dei fenomeni su tutta la bassa e la media valle già nel pomeriggio con le precipitazioni che andranno a localizzarsi sempre più verso le aree confinali fino a cessare del tutto entro sera quando proseguiranno solo più sui versanti esteri e i crinali di confine. Temperature inizialmente stazionarie poi in calo. Venti in rinforzo da ovest nel corso della giornata con raffiche di foehn in serata sul fondovalle.

DOMENICA: soleggiato salvo velature sparse e nubi, anche compatte, sui crinali di confine, con nevicate sui versanti esteri, in esaurimento. Temperature su valori invernali. Venti sostenuti da N/W a tutte le quote ma tendenti a ruotare da N/E in quota.

LUNEDÌ: soleggiato. Venti sostenuti in quota e fino a parte del fondovalle da nord. Temperature in calo. Forti gelate notturne anche al piano, specie laddove non soffierà vento.

TENDENZA PER I GIORNI SUCCESSIVI: Martedì e Mercoledì ondata di freddo da est in azione con temperature in forte calo a tutte le quote. Martedì sarà anche possibile qualche sfiocchettata da staù orografico sulla bassa valle e le pianure a ridosso dei monti, ma in rapido esaurimento. Temperature basse con valori fino a -10°C a 1500 mt, -15°C tra 2000 e 2500 mt e, in caso di notti serene e senza vento, punte di -10°C anche su pianure e fondovalle.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.