MONTE ROCCIAMELONE, I VANDALI TENTANO DI SCARDINARE LA PORTA DEL SANTUARIO DEDICATO ALLA MADONNA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Foto del Rifugio Ca’ d’Asti del Rocciamelone

MONTE ROCCIAMELONE – Un brutto gesto è stato scoperto quest’oggi in cima al Rocciamelone, a quota 3538 metri. Alcuni ignoti hanno tentato di scardinare la porta del Santuario dedicato alla Madonna. A segnalarlo sono i gestori del Rifugio Ca’ d’Asti, che ha riaperto proprio in questo weekend di inizio luglio. “Ci vuole la massima prudenza – scrivono i gestori su Facebook – lungo il percorso si attraversano ancora tante lingue di neve”.

“Il grande rogo di ottobre ha lasciato dietro di sé una foresta pietrificata – scrivono sempre i gestori – in quota l’erba sta timidamente cercando di riprendere a crescere: veniteci a trovare e rispettate i percorsi tracciati…Non arrechiamo ulteriore danno”.

L'immagine può contenere: cielo, spazio all'aperto, natura e acqua

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

  1. Ma che gente di merda!! Salire fino a 3500m. X fare dei danni, in oltre ad un luogo sacro bisogna essere proprio dei vigliacchi!! In oltre non e’ la prima volta.
    Voglio fare i complimenti al sig. Fulgido che ho avuto il piacere d’ incontrare l’estate scorsa in vetta per il grande impiego e la passione che ci mette a mantenere in perfette condizioni il sentiero e tutto quello che fa parte del mitico Rocciamelone. Offrire a tutti il buon te caldo all’ arrivo in vetta e’ un gesto di massima educazione ed ospitalita’ al contrario dei delinquenti che ne approfittano della solitudine x distruggere quello che ha costato molti sacrifici a costui.

  2. Faticare 3 o 4 ore per arrivare in cima e fare i coglioni, sapendo benissimo che per fare i coglioni puoi rimanere in pianura. Conclusione coglioni al quadrato

  3. Personalmente non condivido gli atti vandalici, ma nello stesso tempo non codivido le croci le statue ecc. la montagna devessere libera da tutto questo, ogniuno di noi è libero di fare suo un luogo sacro lasciandolo cosi come la natura c’è l’ha dato. Non ho bisogno di nessuna statua croce o altare per pregare. Non è una croce o una statua che fa diventare un luogo sacro. Nessuno è venuto nel giardino di casa mia a costrure una statua perchè era un luogo sacro.
    Ogni luogo della natura è sacro se sai vedere oltre.

  4. MI pare che il più saggio sia anche lui abbastanza fuori mela, manca solo richiesta di mettere delle telecamere per vigilare il sito ed il percorso.
    Il vandalismo nasce dall’ignoranza, laica o credente poco cambia.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.