NICCOLÒ FABI E SAVERIO TOMMASI A BUSSOLENO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Niccolò Fabi e Saverio Tommasi

dall’UFFICIO STAMPA “BORGATE DAL VIVO”

BUSSOLENO – Un incontro speciale, così speciale che sono bastati pochi giorni, senza alcuna promozione, per esaurire tutti i posti disponibili e creare una lunga lista d’attesa. Tra i tanti ospiti in programma per la quinta edizione di “Borgate dal Vivo”, Niccolò Fabi è senz’altro uno dei più attesi, a giudicare dalla reazione del pubblico che è corso a prenotarsi per conquistare un posto e assistere alla serata a Bussoleno di venerdì 24 luglio.

Insieme a lui, per un incontro che verterà sul tema dei diritti umani, ci sarà Saverio Tommasi. La canzone “Io sono l’altro”, tratta da “Tradizione e tradimento”, l’ultimo album pubblicato a ottobre 2019, è la vincitrice per il 2020 del Premio Amnesty International Italia, dimostrando ulteriormente la sensibilità dell’artista romano per le tematiche sociali e umane. Sarà un incontro tra musica e parole, durante il quale Fabi racconterà la sua esperienza a fianco di Medici con l’Africa CUAMM e dell’Associazione Nazionale Italiana Cantanti, realtà con cui da sempre collabora attivamente.

Saverio Tommasi, fiorentino, è attore, scrittore e blogger. Attualmente realizza documentari e video inchieste per Fanpage.it. Diplomato nel 1999 all’Accademia d’Arte Drammatica dell’Antoniano di Bologna, collabora con vari registi del nuovo panorama italiano. Nel 2003 esce il suo primo libro edito, dalla Comicus Editore, dal carattere satirico e intitolato “Non ho votato Berlusconi”. Un anno più tardi fonda una compagnia di teatro alla quale venne dato il suo nome: Compagnia Teatrale Saverio Tommasi. Nel 2010 lo spettacolo “Uguali a chi? Omocausto, un dramma dimenticato” riceve il premio letterario Firenze per le culture di Pace dedicato a Tiziano Terzani.

Niccolò Fabi si fa conoscere al grande pubblico nel 1997 con il brano “Capelli”, con cui vince il Premio della Critica tra le Nuove Proposte al Festival di Sanremo. Nel 1998 presenta, sempre a Sanremo, “Lasciarsi un giorno a Roma”. Tra il 2000 e il 2006 pubblica “Sereno ad Ovest”, “La Cura del Tempo” e “Novo Mesto”, che contiene “Costruire”, diventato negli anni uno dei suoi brani più identificativi e più amati. Da sempre impegnato a favore delle tematiche sociali, il 30 agosto 2010 organizza al Casale sul Treja, a Mazzano Romano, Parole di Lulù, la festa di compleanno per la figlia Olivia, scomparsa a seguito di una forma acuta di meningite, con lo scopo di raccogliere fondi a favore di Medici con l’Africa CUAMM. Nel 2012 pubblica “Ecco”, con cui vince la Targa Tenco come miglior disco. Tra 2014 e 2015, con gli amici-colleghi Daniele Silvestri e Max Gazzè, realizza il progetto FabiSilvestriGazzè: un disco di inediti scritto a sei mani, un disco live, un tour europeo, un tour nei palazzetti, un concerto all’Arena di Verona e un grande concerto conclusivo a Roma davanti a più di 20.000 persone. Nel mese di ottobre 2019 ha pubblicato “Tradizione e tradimento”, il suo album più recente.

L’evento è sold out. Per maggiori informazioni scrivere un e-mail all’indirizzo info@borgatedalvivo.it oppure visitare il sito www.borgatedalvivo.it.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.