NO TAV VALSUSA, IL SINDACATO DI POLIZIA VUOLE VIETARE LE MANIFESTAZIONI NEL RAGGIO DI 20 KM

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA FSP POLIZIA

“Bene, anzi benissimo la visita anche del Capo della Polizia, Lamberto Giannini, lunedì a Torino, come segnale di vicinanza ai poliziotti impegnati sul territorio, specialmente al cantiere della Tav. Noi contribuiremo a che questa vicinanza possa essere concreta e tangibile avanzando a chi governa, per il suo tramite, precise proposte per contrastare questa delirante situazione di ripetuti e sempre più gravi attacchi di chiaro stampo para-terroristico, che va avanti da anni frenando un’opera pur stabilita dal Paese, con conseguenze pesantissime sugli operatori della sicurezza. Nessuno deve più avvicinarsi al cantiere, dove gli attacchi hanno anche un valore altamente simbolico”.

Lo afferma Valter Mazzetti, Segretario generale Fsp Polizia, in vista della visita di lunedì a Torino del Capo della Polizia, Lamberto Giannini. Presente in Prefettura anche il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, a pochi giorni dagli ultimi gravi attacchi contro le forze dell’ordine registrati al cantiere della Tav.

“Noi – afferma il Segretario provinciale Fsp Torino, Luca Pantanella – chiediamo un cambio di strategia nei confronti della vigilanza al cantiere Tav, che è ormai la palestra d’Europa per la lotta antagonista. Sono passati oltre dieci anni da quando, per liberare l’area, le forze dell’ordine ebbero più di duecento feriti in pochi giorni, ma in tutto questo tempo abbiamo assistito a continui attacchi, con numerosi feriti fra i nostri. Il Governo esca dall’ambiguità e dica se la Tav è un’opera strategica per la nazione o se si vuole solo perdere tempo, in quanto le forze e le risorse impegnate per un gruppo sparuto di delinquenti sono impressionanti. Di certo i continui attacchi, i danneggiamenti al cantiere, il tendere cavi d’acciaio e i chiodi sull’autostrada sono da ritenersi attacchi terroristici e vanno trattati come tali. Non possiamo continuare a subire feriti restando in un bosco dove rischiamo di continuo agguati, muniti solo di lacrimogeni che non spaventano nessuno, servono strumenti adeguati che infatti hanno le altre polizie europee, come ad esempio i proiettili di gomma. Bisogna inoltre evitare – conclude Pantanella – che i criminali raggiungano i limiti territoriali del cantiere, ed è quindi necessario vietare le manifestazioni nel raggio di venti chilometri, nonché potenziare il nostro servizio d’intelligence affinché si prevengano atti criminali e si isolino i facinorosi”.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

61 COMMENTI

    • Le ragioni della Valle oramai sono completamente separate da quelle de no tav
      La valle vorrebbe vivere, fare turismo ma cin la guerriglia non verrà mai nessuno…. Le ragioni dei no tav si sono perse nel delirio politico di estrema sinistra nel quale sono caduti

    • Se si ascoltassero le ragioni degli abitanti della Valle i notutto avrebbero la peggio.Sono solo una minoranza rumorosa e prepotente se non violenta,spalleggiata dai cosiddetti notav non violenti,in pratica un ossimoro.Bisognerebbe seguire i soldi per risalire ai mandanti.La gente in Valle è un bel po’ che è stufa marcia di questi elementi e se sta zitta è solo perché vuole vivere tranquilla e teme ritorsioni dai più esagitati,come è successo a me,per esempio.Per fortuna questi minus habentey sono arrivati alla frutta,non prima però di aver causato danni ed aver trasformato la Valle in un campo di addestramento per la feccia dei centri sociali di Italia ed Europa.

      • Bravi Giusi e Il Merovingio! Oltretutto, buona parte degli attivisti No Tav non è neanche gente della Valle, basti pensare al numero di partecipanti al Festival dell’Alta Felicità non solo quest’anno, ma soprattutto gli anni scorsi… è evidente che moltissimi, direi la maggior parte, è gente che non abita qua, non manifesta contro la Tav, ma manifesta solo per il gusto di manifestare contro qualcosa.

  1. Raggio al quadrato per 3,14.
    Km. 20 x 20 x 3,14 = Kmq. 1.256 (undici volte la superficie metropolitana della città di Napoli) dei quali una buona parte in Francia.
    Potenziare la traduzione italiana di “intelligence” del Signor Mazzetti?
    Spiacenti, missione impossibile.

    • A parte i suoi giochetti di parole a me sembra evidente cosa volesse intendere Mazzetti che lei non ha problemi ad insultare.Visto che è così intelligente,caro il mio Signor Brun* gender fluid ci esponga la sua soluzione per fare in modo che quanto è successo non ricapiti più, possibilmente prima che ci scappi il morto da una delle due parti.Con la differenza che a morire sarà un rappresentante delle forze dell’ordine dopo le solite frasi di circostanza la cosa finirà lì,mentre nel caso di un giuliani 2 apriti cielo.E poi non so se ci sono altre aule in parlamento da intitolare alla prossima “vittima” della violenza fassista/nassista/rassista.

  2. E’ assolutamente normale che una categoria di lavoratori chieda di poter avere tutele maggiori affinchè il proprio lavoro sia più sicuro, meno complicato, meno pericoloso. Resta il fatto che a chiederlo non sono coloro che hanno scelto di fare i vigili urbani, i pompieri o i finanzieri. Sono ignorante in materia, ma coloro che lavorano presso le forze dell’ ordine vengano precettati o obbligato a prestare servizio di sicurezza e/o antisommossa nei punti caldi o nei luoghi sensibili del territorio nazionale dove è previsto l’ uso di scudi, manganelli e gas lacrimogeni oppure è una adesione volontaria o solo riservata a chi ha scelto di far parte di certi reparti con certe regole di ingaggio?
    Ringrazio in anticipo chi saprà e vorrà rispondermi.
    Detto questo, spero che non venga accolta la richiesta di vietare manifestazioni nel raggio di 20 km da un area cosiddetta sensibile. Prestare servizio in MOLTISSIME zone dell’ Italia, le cronache ci dicono, essere fino ad ora molto più pericoloso essendo ad alto tasso di omicidi nei confronti delle FFOO a cura di spacciatori, mafiosi, criminalità organizzata ecc. eppure non mi pare vi siano state applicate restrizioni in tal senso. Comunque la politica, quella comodamente seduta in poltrona nella stanza dei bottoni, sono certo non muoverà un dito per dare una risposta ( qualunque essa sia) al sindacato di polizia. Diversamente i fatti mi smentiranno.

    • Certo, il loro lavoro (una parte) è prestare servizio di sicurezza ed antisommossa nei punti “sensibili”. Ma questo non deve significare che i poliziotti debbano rischiare ogni volta per una situazione che per altro va avanti da anni, senza risultati per i No Tav. Questa volta non hanno “vinto”, ma non per questo sono autorizzati a continuare a mettere in pericolo non solo questi lavoratori, ma parte della popolazione (non posso non pensare, ad esempio, ai cavi di acciaio in autostrada o hai copertoni piazzati all’ingresso sempre dell’autostrada). Senza questi continui tafferugli, ci sarebbe un clima più sereno e non sarebbe una valle “militarizzata”.

    • Non vedo la relazione tra quello che succede in Valle e quello che avviene in altre regioni del sud Italia a parte il fatto che tutte le mafie sono simili tra di loro, compresa quella notav che si distingue perché accusa di mafia gli altri mentre sono loro che usano metodi fascisti e mafiosi.

  3. Qualcuno dovrebbe spiegare a chi fa guerriglia che con quei modi la causa No-TAV ne può solo uscire sconfitta sul piano della forza e soprattutto danneggiata sul piano etico.
    Quindi se si vuole ottenere qualche risultato positivo per la causa, non bisogna mai usare violenza, nè fisica nè verbale, neanche se la si dovesse ipoteticamente subire.
    Perciò se non si evita la violenza per rispetto del prossimo, almeno la si dovrebbe evitare per il bene della causa in cui si dice di credere.
    Se Gandhi avesse reagito la violenza, probabilmente l’India sarebbe ancora una colonia inglese.
    Di fatto ha ottenuto l’indipendenza perchè non ha mai reagito con la violenza neanche quando la subiva.

  4. 20 kilometri…… In autunno e inverno la lotta continuerà a San Didero…… 20 kilometri…… Quindi da Avigliana a Susa niente iniziative di lotta…. Si rassegnino tempi duri all’orizzonte.

    • Faccia meglio i conti,in linea d’aria tra il cantiere di Chiomonte ed il cantiere di San Didero ci sono meno di 18 chilometri.E poi vi vedo bene tutti ammassati a contestare la costruzione di un parcheggio per camion con annessi pericolosissimi ristoranti.Fareste ancora più pena di quanto ne facciate ora a giocare a fare i rivoluzionari.Se poi cambieranno le regole di ingaggio e soprattutto,come spero, presto spariranno i vostri padrini/mandanti politici la vedo molto male per voi.
      Tranquilli,vi potrete rifare con il ponte sullo stretto.Il clima è anche decisamente migliore,cosa volere di più.
      Potrete fare tutti i campeggi “resistenti” che volete,anche d’inverno.

      • Merovingio sparati da solo…. Non abbiamo tempo da perdere contro simili individui come te.. Ringrazia l’anonimato….. Io non lo sono. In qualsiasi momento sono a tua disposizione….. Bussoleno via Fontan

        • Vedo dalla reazione sintatticamente scomposta che ho colto nel segno.Invece di minacciare torni a fare il pizzaiolo,il “mestiere” del rivoluzionario non fa per lei.

  5. Al cubo nota sono riusciti a rubare da una macchina dei militari i loro zaini…i militari al cantiere sono veramente degli scemi di guerra!

  6. Alcuni notav sono riusciti a rubare da una macchina dei militari i loro zaini…i militari al cantiere sono veramente degli scemi di guerra!

  7. Speriamo vi tutelino meglio dei carabinieri assassinati in Sicilia negli anni 70′, quelli li hanno tutelati coi servizi segreti e con la mafia hanno tutelato gli altri 3 civili. Si si , tranquillo sindacato che io alle favole che vi raccontano non ci credo piu’! Io credo alle parole del carabiniere del 1999/2000 che dicevan ‘ signora ci dispiace ma abbiamo le mani legate’.Anche a me era dispiaciuto che il governo vi avesse legati perche’ mi sono trovata un bel coltello a mezzo metro dalla mia schiena….e come se mi dispiaceva!!!!!Ho letto di quella faccenda dei carabinieri due anni fa circa io a quelli a cui vi rivolgete non ci credo piu’ ormai da un pezzo! Sbaglio????Pazienza! Ho i miei motivi per non fidarmi di loro.

  8. Sono viva grazie a mia sorella e mia nonna e non grazie al Governo che vi imbavaglia, vi lega a seconda di come gli gira!

  9. Vi hanno legati e vi hanno mandati li a litigare con una parte del popolo .Loro sanno che il popolo ha ragione, ma vi mandano li lo stesso, magari chiedersi perche’ vi legano le mani e vi fanno pestare dalla gente non solo italiana , anche dagli immigrati , magari sarebbe produttivo.Perche’ non e’ solo con i sovversivi che avete problemi…e non e’ poco. Ah ho dimenticato , non mi e’ capitato solo il coltello, quello e’ capitato alla fine, c’ e’ stato un labbro gonfio, la caviglia che era gonfia per le botte, sapete com’ e’ o sbaglio! Ma vi avevan legato le mani! Quindi loro hanno permesso cio’ e ne sono diretti responsabili.Ricordo il labbro gonfio e il mio datore di lavoro al quale avevo detto tutto, grazie a lui poi sono tornata a casa dal babbo….grazie a mia nonna che ha visto tutto! Non grazie al governo che vi lega a proprio piacimento!!!!

  10. Riflettiamo un attimo sulle conseguenze della distruzione sistematica del territorio.
    Patliamo tutti di economia verde, ma non tuteliamo l’ambiente e neanche la salute. Chiedo a chi ha le competenze informatiche che io non ho, di lanciare un appello al Parlamento, al Governo perché anche la Valsusa e il suo territorio sian tutelati e non distrutti.
    Lavoriamo insieme per rendere migliore il territorio e dare lavoro vero ai giovani

    • non sono valsusina di origine , ma ho capito che l’ ambiente arriva dopo.Intanto l’ amianto in Valsusa lo trova ovunque , anche nei camini.Le bonifiche sono costose e non ci sono aree dove metterlo, per le navi invece si fa nell’ Asia a scaricare l’ amianto , alla faccia dei pescatori che poi muoiono , insieme alla popolazione. In veneto a Vicenza il sindaco(allora) Variati aveva promesso alla Bottone che non avrebbero fatto il Dal Molin, non era possibile e il doc. lo dimostra , ma ha promesso questo prima di venire eletto, ha avuto i voti e divenuto sindaco e il Dal Molin si fa! LE AUGURO di vedere preso in considerazione il suo appello, buona domenica a lei ,tutti quelli indicati nell’ articolo e a tutti gli italiani. Meno botte e botti e piu’ dialogo e comprensione!

  11. Magari qualcuno in alto si deciderà a prendere una decisione di questo genere, andranno poi a manifestare in mezzo alle mucche e maiali…quello è il loro posto. A chi fa calcoli matematici..spero si sia calcolato i migron quadrati del suo neurone che sta morendo di solitudine….continua a guardare la saga di Tom Cruise sempre che il neurone te lo permetta.

      • Delle nostre divergenze di opinione ai lettori non interessa nulla , accetta le critiche come tutti.Poi per l’ultima frase lascio perdere….se qualcuno minaccia la mia incolumità e della mia famiglia fisica e personale,potrebbe pagarne le conseguenze….al massimo, ma forse posso incappare in un processo per eccesso colposo di legittima difesa ma forse…chissà chi mi ha minacciato se potrà ancora dire la sua. Quindi sono una persona molto pacata , lascia stare il can che dorme, preoccupati di non soffocare con tutta quell’edera che cresce sui tuoi muri.

  12. Premessa, non sono NoTav e non mi frega nulla né dei NoTav né del Tav. Ma certe esternazioni del sindacato di polizia sono a metà strada tra il ridicolo e il patetico. Da quando i sindacati si sentono in diritto di rivendicare limitazioni alla libertà personale dei cittadini? Siamo seri? Oltretutto parliamo dello stesso sindacato che in passato ha spesso e volentieri difeso a spada tratta poliziotti che si erano macchiati di reati inenarrabili per cui hanno anche subito pesanti condanne. Ma su che pianeta vivono?

  13. Sono il sindacato della polizia della polizia, mica dei terroristi! Ridicolo e patetico siete tu e i tuoi amici teppisti!

    • Sono un sindacato, non il parlamento. Le limitazioni alla libertà delle persone sono prerogativa del parlmento e in situazioni molto eccezionali (dovresti saperne qualcosa, a meno che tu abbia vissuto su un altro pianeta nell’ultimo anno e mezzo). Facciano i sindacati, non i politici. Difendano i diritti, non chi ne abusa (come molti poliziotti da loro difesi in passato che si erano macchiati di reati gravissimi).

  14. cosa ci fanno carabinieri e polizia nei cantieri tav? è una ditta privata , è l’unico caso in italia in cui suoli privati vengono difesi dalle forze dell’ordine!! c’è qualcosa di strano in questa situazione. Non si è mai vista la forza pubblica all’interno dei cancelli della FIAT nemmeno ai tempi dei grandi scioperi e delle lotte sindacali!! NON è che qui difendono l’interesse ed il portafoglio dei partiti??

    • “è una ditta privata , è l’unico caso in italia in cui suoli privati vengono difesi dalle forze dell’ordine!!” – Semplicemente perchè è l’unico caso in italia in cui una marea di imbecilli tenta continuamente di entrare nei cantieri e fare danni. Piuttosto dovresti chiederti perchè in tutto il paese si fanno cantieri di impatto ben superiore senza problemi di ordine pubblico, mentre la Valsusa è l’unico posto dove si fanno queste sceneggiate. Non è che sono questi gruppi di teppisti a difendere l’interesse di qualcuno?

    • Se c’è qualcosa di strano è il fatto che dei cantieri di ingegneria civile debbano essere protetti dalle forze dell’ordine con costi spaventosi pagati da tutta la comunità perché non vengano danneggiati e distrutti da parte di un manipolo di mentecatti violenti.
      Ma se proprio le da fastidio vedere la Polizia ed i Carabinieri presidiare i cantieri potrebbero essere sostituiti efficacemente,per esempio CDA un reparto dell’esercito israeliano…

  15. Economia verde mal si adatta al transito di autocarri che trasportano lo smarino. Poi si accenderanno i semafori anti smog per bloccare le auto del comune cittadino che non la può cambiare vista la crisi economica. Inoltre se la valle ha o vuole avere una vocazione turistica si deve rispettare l’ambiente, il territorio ed il panorama senza deturparlo con scavi, mega cantieri etc. Poi, comunque, ognuno é libero di pensarla come meglio crede.

    • Quindi i camion che trasporteranno lo smarino per un periodo di tempo limitato non vanno bene mentre le migliaia di camion che vanno sù e giù sull’autostrada (e che nel breve termine aumenteranno ancora) sono ecologici?Mi scusi,ma lei in che mondo vive?

    • Quindi campi di pannelli solari, campi eolici, centrali idroelettriche, centrali termodinamiche, impianti di produzione di idrogeno green o fabbriche di auto elettriche, non sono “green” perchè per costruirli si devono trasportare materiali sui camion? Ma ci sei nato così o lo sei diventato recentemente?

      • Lei non ha capito un caspio di cosa intendevo,probabilmente perché la diverte insultare invece che comprendere e sicuramente per le sue tare mentali ed di educazione che la rendono inadatto al convivere civile.Ne sono dispiaciuto e mi fa anche un pò pena pensare che ci siano individui come lei sulla faccia della terra.Per inciso non esistono al momento impianti di produzione a livello industriale di idrogeno ed auto elettriche “green” che è la parola di moda di questi tempi.E certo non sono “green” i camion che continueranno a calcare l’asfalto in assenza di una alternativa al trasporto su gomma.Per finire le posso dire che lei sicuramente ci è nato così se questo è il livello dei suoi ragionamenti.

  16. Raggio + raggio per 3,14.
    Km. 20 + 20 x 3,14 = Km. 125,60 = circonferenza = perimetro da difendere (poco meno della lunghezza della gloriosa “linea” del Piave.
    Potenziare la traduzione italiana di “intelligence” del Signor Mazzetti e del Il Merovingio che lo difende?
    Spiacenti, missione impossibile.
    Lo soluzione perché non capiti più non è un problema mio anche perché è plausibile che capiterà ancora.
    Palestra d’Europa per la lotta antagonista?
    Quasi vero, ma si chiedano gli addetti ai lavori chi l’ha voluta.
    Invito il Merovingio ad aiutare il Signor Mazzetti a fare il conto di quanti comuni (francesi ed italiani) dovrebbero essere coinvolti.
    L’ovvietà non è mai un insulto e neppure un’opinione.
    Come cittadin* rimango in attesa di un’aula parlamentare dedicata ad un manovale edile caduto da un ponteggio.

        • ho preso un abbaglio, può succedere….se non hai mai commesso un errore ti proporremo a qualche premio a tua fantasia.
          P.S. questo vuol dire che chi ha avuto questa iniziativa sapeva bene i calcoli. E comunque quando ho preso laurea + master molto probabilmente non eri ancora nato.

        • Ho preso un abbaglio,può succedere…non ti è mai capitato di commette un errore,se così fosse ti sarà dato un premio alla fantasia di tua scelta.Certo che se hai conseguito qualcosa con il tuo nickname siamo messi proprio male,anche perchè il politecnico di Torino in base alla facoltà è sempre aperto….se si ha voglia di studiare in presenza.Cerca nell’anno accademico 1985/86″ facoltà di ingegneria meccanica applicata” in quanti sono usciti con il massimo dei voti ,il mio nickname ti potrà aiutare molto se sei in grado di collegare nome e anno di nascita.Dopodichè vai all’anno dopo 1987/89 all’università di Bologna “Alma Mater Studiorum” e vedrai che sorpresa ….altro che cepu ,scrivo in minuscolo quell’affare non merita di più.

    • Al massimo r”r*pigreco… Non capisco se ci fa o se lei è proprio così.Nel dubbio propendo per la seconda ipotesi.Comunque non sto a perdere tempo con chi non vuol capire, soprattutto con un onanista delle parole come lei.Lunga vita e prosperità.

    • Questo è il livello medio della cultura NoTav (che spesso coincidono con i NoVax, e non è un caso) fatto di ritardati che non sanno nemmeno calcolare la circonferenza di un cerchio (2*pigreco*r) o la sua area (pigreco*r^2).

  17. Gent.mo Il Merovingio,
    per una volta siamo d’accordo: Sono proprio così.
    Del Suo tempo “francamente me ne infischio” (Rett Butler in Via col vento), di cosa dovrei capire l’ho capito benissimo dai Suoi postulati senza fondamento, salvo quello dell’insofferenza per tutto quello che La contraddice.
    Il maneggio delle parole può anche essere definito volgarmente onanismo ma non è un buon motivo per smettere di farlo quando le giuste parole servono per esprimersi in modo chiaro e aperto ad ogni discussione.
    Il maneggio da Lei indicato lo consiglio vivamente per stemperare i priapismi forcaioli e autogiustizialisti di molti commentatori.

  18. Gent.mo Curiosità,
    la risposta alla sua domanda era già presente in quanto ho scritto, sarebbe bastato leggere con più attenzione.
    Se invece la Sua domanda fosse un tentativo di gratuita provocazione non stia anche Lei a perdere tempo nel rileggermi.
    l’aggettivo “compulsivo”, ancora una volta utilizzato a sproposito, ovviamente non c’entra per nulla.

  19. 4/3 (Pi greco = 3,141 592 654…….*) r3 (al cubo) = volume della sfera.
    Per tutti i matematici che ho piacevolmente attivato aggiungo che il distanziamento** proposto dal Signor Mazzetti dovrebbe essere interpretato in forma tridimensionale, per venti chilometri nelle viscere della terra e per altrettanti nell’atmosfera sino a lambire la stratosfera (a quel punto piuttosto rarefatte, trattandosi di poco meno di due volte e mezza l’altezza del K2).
    Per trarre un conclusione pratica/empirica direi che questo signore, e quanti si sono schierati in sua difesa, non conoscono troppo bene i luoghi dove vivono o dove (in questo caso nell’esercizio del dovere) lavorano.

    * chiamare Pi greco il 3,14, troncato al suo secondo decimale, non migliora il calcolo e non smentisce le mie precedenti esposizioni in termini quantitativi.
    ** termine attualmente parecchio in declinante fase di rigetto anche se sarebbe ancora quanto mai necessario.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.