NUOVI MURALES A CASELETTE: VINCE ALESSANDRO AMBROSIO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI CASELETTE

CASELETTE – Offrire un’opportunità di espresione artistica ai giovani e migliorare esteticamente viale Sant’Abaco a beneficio di tutti quelli che passano di lì, per una passeggiata oppure per salire verso il Santuario di Sant’Abaco e la Croce del Monte Musinè. È questo l’obiettivo della nuova edizione del concorso “Murales in Viale Sant’Abaco” che sabato 19 ottobre ha visto protagonisti sei writers sfidare la pioggia per colorare delle porzioni di muro.

Alla fine nonostante il brutto tempo quattro dei sei iscritti hanno portato a termine il loro lavoro con ottimi risultati, anche se i problemi con la vernice causati dalla forte pioggia non sono mancati. Il tema di quest’anno è stato “Sport e Ambiente” ed ha visto la vittoria di Alessandro Ambrosio di Caprie, secondo classificato Riccardo Brandolo di Valdellatorre ed infine al terzo posto Riccardo Degli Elmi di Settimo Torinese.

Un ringraziamento particolare ai ragazzi – afferma l’Assessore alla Cultura Simona Gallicchio – che con la loro partecipazione volontà e bravura hanno reso ancora più bello viale Sant’Abaco, uno dei luoghi di maggior passaggio del paese. Osservandoli attentamente durante la realizzazione si comprendeva cone la loro sia una forma d’arte che va oltre il semplice disegno. Ognuno di quei murales racconta diverse storie pur avendo tutti lo stesso tema di partenza“.

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Ma se questi WRITERS oltre che ottima tecnica avessero anche un po’ di ottimismo,
    non si vedrebbero sempre solo scene di disperazione,
    come anche sul muro dell’ex moncenisio di condove
    che servono per deprimere anzichè accogliere chi arriva in paese

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.