OSPEDALE DI SUSA, AUMENTANO GLI INTERVENTI DI CHIRURGIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Riceviamo dall’ASL TO3

A circa due anni dalla riorganizzazione del Presidio Ospedaliero di Susa, la Struttura di Chirurgia ha consolidato la sua identità sul territorio segusino come servizio essenziale per la popolazione e fortemente integrato alla chirurgia di Rivoli, costituendo, di fatto, una unica équipe distribuita in modo uniforme sui due Presidi.

Questo ha consentito il potenziamento dell’attività chirurgica creando sedute di sala operatoria dedicate per singola patologia e la possibilità di una offerta ambulatoriale più ampia e con i migliori specialisti esperti per ogni branca specialistica, in piena sintonia con la mission dell’ospedale all’interno della rete ospedaliera dell’ASLTO3.

Il monitoraggio di questi due anni di attività (2016-2017) ha confermato come la Chirurgia di Susa sia stata caratterizzata da una forte produttività e da un elevato grado di apprezzamento da parte dell’utenza. Ne sono infatti testimonianza i risultati relativi agli interventi chirurgici (elezione ed urgenza) che vedono il 2016 con un +5% di produzione annua rispetto al 2015 e un trend in crescita anche per l’anno 2017 con un +7,5% (ultimo dato Novembre 2017). In particolare per quanto riguarda l’attività chirurgica l’Ospedale di Susa ha come punto di forza la diagnosi ed il trattamento della patologia erniaria (50%), gli interventi di chirurgica minore (15.7% cisti, lipoma, fimosi), la patologia della colecisti (11.4%), la patologia proctologica (7.2%), gli interventi di chirurgica maggiore (6% intestino, appendice e milza), la patologia flebologica (5.7%) ed infine il trattamento del laparocele (4%).

Questi importanti traguardi raggiunti sono stati ottenuti soprattutto grazie alla disponibilità e caparbietà di figure capaci di governare in modo professionale e lineare i grandi cambiamenti attraversati in questi ultimi anni.

In particolare il Dr. Amir Pourshayesteh che, dal mese di luglio 2016, ha diretto la Struttura di Chirurgia dell’omonimo Presidio: mesi nei quali il suo impegno, unito al forte senso di appartenenza al Presidio, hanno consentito di sviluppare e qualificare il nuovo servizio di cui era Responsabile. La grande professionalità unita al senso critico e un’innata capacità di fare squadra hanno permesso di definire, in quasi un anno di intenso lavoro, lo stile del reparto di Chirurgia di Susa, diventando il punto di riferimento per tutta la popolazione della Valle e ricevendo ottimi apprezzamenti anche dalle Istituzioni locali.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.