OSPEDALE DI SUSA, LA BEFFA DELLA CHIRURGIA: L’ASL PROMETTE DI POTENZIARLA, MA INTANTO HA TOLTO 10 POSTI LETTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn


di STEFANIA BATZELLA (Consigliere regionale 5 Stelle)

Oggi in quarta Commissione regionale ho interrogato l’assessore Saitta sull’ospedale di Susa per sapere come il mantenimento e buon funzionamento di un pronto soccorso e del polo ortopedico traumatologico sia compatibile e sicuro con una chirurgia ridimensionata e ridotta a day/week surgery.

I posti letto di ricovero ordinario di chirurgia ed ortopedia a dicembre 2014 sono stati ridotti da 25 a 18. Poi in seguito all’inaugurazione della nuova camera che ospita i letti anti shock, i letti si sono ulteriormente ridotti da 18 a 15.

Quindi ne rimangono 7 per la chirurgia e 7 per l’ortopedia, più 1 posto letto chiamato ” jolly”. Ben venga la week surgery ma senza ridurre i posti ordinari. Si riscontra quindi una diminuzione di 18 a 15 posti letto solo nei primi mesi del 2016.

Eppure l’assessore Saitta, piuttosto nervoso durante la commissione odierna, ha negato l’evidenza sostenendo che i posti letto non sono diminuiti. Solo due giorni fa l’ASL ha emesso un comunicato sulla chirurgia di Susa, probabilmente per mettere le mani avanti in vista della mia interrogazione in Commissione sanità.

Stefania Batzella, Consigliere regionale M5S Piemonte

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.