OULX E CESANA, LA RABBIA DI UN LETTORE: “CARTELLI FATISCENTI E SEGNALETICA STRADALE DEL TERZO MONDO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

OULX/CESANA – “Oulx e Cesana: due paesi abbandonati a se stessi”, commenta piccato Manuele Mariani, un lettore che vuole documentare sul nostro giornale il degrado di alcuni servizi essenziali per ogni comunità, come i cartelli stradali. “Vorrei specificare che i segnali fatiscenti di Oulx ora sono almeno orientati correttamente, perché li ho raddrizzati io. A Cesana Torinese invece è scoppiato lo strano caso dei pali legati con i fili di ferro: cose del terzo mondo”. Manuele ha notato altri disservizi: “A Cesana, le strade e i marciapiedi sono allucinanti. Pieni di avvallamenti, ghiaia e sassi (ho l’impressione che non spazzino le strade da non so quanto tempo), i pali sono legati con fili di ferro arrugginiti che potrebbero staccarsi da un momento all’altro e la segnaletica orizzontale è stata rifatta solo in parte… avevano finito i soldi mi hanno detto!”.

Manuele è lombardo ed è di passaggio a Cesana per impegni di lavoro, ma ha voluto inviarci alcune immagini che raffigurano la situazione attuale: “Ho trovato totalmente ruotato (e molto rovinato.. sarà vecchio di 30 anni) anche il cartello indicante le informazioni turistiche, situato proprio davanti al municipio. Mi sono sentito in dovere di raddrizzarlo, almeno. Tornando invece alle indicazioni stradali generiche, è gravissimo che il Comune non abbia mai messo mano ai cartelli per la stazione, la quale dovrebbe essere indicata anche in francese ed inglese almeno, essendo internazionale. Perché entrando a Oulx, è ciò che logicamente ti aspetti sia meglio e maggiormente indicato. Invece non solo è poco indicato, ma i due cartelli li ho trovati dopo un anno, nelle medesime condizioni allucinanti di sempre, mezzi rotti e ruotati”.

Manuele critica ancora l’amministrazione, che a suo parere non sarebbe “di larghe vedute” in fatto di turismo, soprattutto considerando che la stazione di Oulx è internazionale e di riferimento per ben quattro Comuni dell’Alta Valsusa: “Possibile che a nessuno sia mai venuto in mente e sia mai venuta la voglia o la preoccupazione (immedesimandosi magari in un automobilista straniero) di rendere più comprensibile la segnaletica? Questo è preoccupante! Ribadisco, se non fosse una stazione internazionale Tgv pazienza, ma così non è! E ancora, essendo la stazione di “Oulx -Cesana – Claviere – Sestriere”, dovrebbe essere provvista di indicazioni stradali ovviamente relative a questi Comuni, invece nulla, neppure Sestriere è segnalata! Solo Sauze d’Oulx. Mentalità turistica pari a zero!”.

image

Continua ancora Mariani: “Ho scritto ad Anas di passare a fare un po’ di manutenzione lungo la ss24 verso il confine. E soprattutto spazzare lungo i bordi. Nelle gallerie sopra Cesana, sono rotti tutti i delineatori di margine. Sembra quasi siano stati abbattuti intenzionalmente uno ad uno. E nell’ultima rotatoria prima dell’abitato di Claviere, vicino al ponte tibetano, ho visto a terra di tutto, addirittura una siringa!”.

Il lettore conclude con alcuni pensieri: “Perché dobbiamo sempre fare la solita figura figura da paese sottosviluppato, a causa delle solite cose: segnaletica selvaggia, storta, fatiscente, pali ricoperti di adesivi, affissioni varie (tra Cesana, Bardonecchia, Claviere e San Sicario ne avrò rimossi un centinaio..) e strade dissestate?! Nel pieno della stagione turistica estiva, oltretutto”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Sono pienamente d’accordo. Io la penso esattamente nello stesso modo e trovo decisamente deprimente e imbarazzante percorrere le strade italiane lasciate volutamente nell’incuria e nel degrado totale, con segnaletica inesistente o totalmente priva di logica, pali storti o divelti, cartelli ruotati o piegati, segnali arrugginiti e illeggibili ecc. La frustrazione ovviamente aumenta dopo aver viaggiato in Francia dove la situazione e’ quella di un Paese civile.

  2. Nel mio precedente commento non avevo precisato che ovviamente il problema non riguarda solamente i comuni di Oulx e Cesana, ma l’intera rete stradale italiana (escludendo alcune autostrade).

  3. L importante e’ pubblicizzare il concerto di ferragosto a Sestriere su tg3 poi se non ci arrivi perché la segnaletica è un po insufficiente mej parej…..meno affollamento è ” più meglio”….;-) Karl e Manuele e l area del parcheggio ffss di Oulx l avete vista…?

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.