OULX E GLI ALLENAMENTI DI CALCIO SOSPESI: “CARI GENITORI, TUTELIAMO I VOSTRI FIGLI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di AMEDEO PERENO (Direttore Sportivo Polisportiva Oulx)

OULX – Cari genitori del settore Calcio Polisportiva Oulx, in qualità di Direttore Sportivo mi sento in dovere di alcuni chiarimenti. Giocare a calcio in montagna non è facile, ma noi continuiamo a provarci con passione e tanto volontariato, privilegiando quasi l’aspetto sociale ai risultati sportivi.

Le nostre tariffe sono tra le più basse della regione, mentre siamo gli unici a non fare pagare l’ingresso agli spettatori e anche gli unici a fornire i trasporti gratuiti per le trasferte. Ecco non mi sembra poco. Il calcio è stato sicuramente uno degli sport più massacrati dalla pandemia.

Questi ultimi dodici mesi maledetti ci hanno segnato tutti profondamente. Ci tenevo però a puntualizzare e darvi un’analisi oggettiva di alcuni aspetti tecnici imposti dalla pandemia, come società non abbiamo fatto altro che cercare di rispettare il più possibile le disposizioni emanate dai vari decreti ministeriali e non abbiamo mai sospeso le attività quando fosse consentito.

Quando stavamo per farlo, in quanto assodato l’impossibilità di svolgere allenamenti individuali in sicurezza, in serata è arrivata la chiusura per decreto…a me sembra lungimiranza,così come mi è sembrata lungimiranza l’aver svolto tutte le attività sportive estive nel rispetto dei protocolli…forse ci fosse stato quel rispetto da parte di tutti la seconda ondata sarebbe stata meno violenta.

Infine specifichiamo cosa si intende per allenamento individuale: per esempio l’ultimo decreto permette questi allenamenti solo all’aperto con docce e spogliatoi chiusi; si tratta di sessioni non contemporanee con un allenatore ed al massimo due atleti, altrimenti sarebbero stati chiamati allenamenti a gruppi.

Per darvi l’idea, attualmente nel Lazio il 99% delle società calcistiche sono chiuse, in Piemonte si parla del 90%, nella nostra valle solo l’Union Bussoleno sta svolgendo allenamenti individuali per le giovanili nel completo rispetto delle norme. Tutte le prime squadre sono bloccate. Ora, che qualche società non rispetti le regole e permetta pure partitelle ci sarà pure, ma sono eccezioni e non certo buoni esempi.

La nostra posizione è stata solo una: tutela per i vostri ragazzi e le vostre famiglie! Secondo voi sono sadici i ministri e comitati scientifici a bloccare gli sport di contatto? Pensate alla Serie A, a quanti contagi malgrado bolle, stadi vuoti e continue accortezze sanitarie.

Ecco è questo che volevo comunicarvi: abbiamo cercato la vostra tutela ed i vostri ragazzi, quando era lecito, hanno sempre svolto attività.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Grazie infinite x la tutela dei nostri figli a non infettarsi con il Covid, peccato che parrucchieri, negozi, calzature e quant altro siano sempre più che pieni. Ma se va bene a tutti va bene anche a noi, non riusciamo a capire quale sia il mezzo più idoneo x non infettarsi a questo punto, lo chiederemo ai virologi perché questo si è questo no……

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.