“PIÙ CONTROLLI A SUSA”: INCONTRO TRA COMUNE E FORZE DELL’ORDINE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CITTÀ DI SUSA

SUSA – Si è tenuta nel pomeriggio di martedì 16 luglio presso il Palazzo Municipale di Susa la riunione interforze voluta dal Sindaco Piero Genovese e dalla sua Giunta. Presenti all’incontro oltre al Vice Sindaco Giorgio Montabone, l’Assessore Giuliano Pelissero e il Consigliere Franco Bologna, il Comandante della Polizia Municipale di Susa Ennio Caffo che ha convocato l’incontro, il Capitano Davide Cozzolino Comandante della Compagnia dei Carabinieri, il Comandante della Sottosezione di polizia Stradale Ezio Aime ed infine il Capitano Laura Aimini Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza.

Nel corso dell’incontro è stata effettuata un’attenta analisi della situazione e della sicurezza pubblica e stradale in città. L’amministrazione Comunale di Susa ha voluto sottolineare come intenda attraverso la Polizia Municipale sul territorio segusino porre maggiore attenzione ad alcune criticità di Susa come la velocità di automobili e motociclette che attraversano soprattutto alcune zone della città come corso Francia e la SP. 24 oltre che la sicurezza in generale e
ai parcheggi selvaggi.

Le parole di Genovese: “Intendiamo invitare la cittadinanza a porre maggiore attenzione al parcheggi, specialmente nel centro storico, in via Fratelli Vallero ed altre zone particolarmente critiche dove si vedono veri e propri “parcheggi selvaggi”. Infatti considerata l’offerta di parcheggi pubblici e gratuiti a breve distanza e attraverso il corretto utilizzo delle aree di carico e scarico, deve assolutamente evitarsi il parcheggio al di fuori degli spazi consentiti per contribuire a rendere più accogliente la nostra città. A tal riguardo vi sarà nelle prossime settimane un controllo più attento e severo“.

Si è proceduto poi alla disamina degli obiettivi sensibili, in relazione ai quali verrà stilato una programmazione comune tra i contingenti delle forze dell’ordine per avere Strade più sicure. È stata ravvisata l’opportunità di una implementazione del piano coordinato del territorio, attraverso una sinergia nella programmazione nei controlli anche attraverso l’ausilio di autovelox.

I Comandanti delle Forze dell’Ordine hanno poi condiviso il piano di pattugliamento in alcune zone in cui si sono verificati recenti atti di vandalismo come la stazione ferroviaria e giardini pubblici concordando un serie di interventi di controllo. Un incontro molto proficuo e costruttivo che vedrà impegnati tutti con maggiore sinergia.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. la passata amministrazione della città di susa ricevette anche richieste di attuazione di modifiche alla viabilità in un punto strategico. Non solo non risposero ma non venne fatto alcunché. Confidiamo in questa amministrazione. Anche per il dialogo che in passato era precluso. Alcune responsabilitá sussistono anche dopo il mandato. E di ció le autorità intervenute dovrebbero accertare fatti e tempi. I cittadini non sono inermi e men che mai dimenticano le omissioni da parte di un sindaco. Ripeto, attendiamo Genovese con fiducia piena.

  2. Concordo in tutto e per tutto. Per rendere più fluida ma soprattutto più sicura la circolazione cittadina mancano sempre le due rotatorie sulla ss25: in uscita/ingresso con A32 (vedi Avigliana) e nell’incrocio con Corso Carlo Alberto Dalla Chiesa. Inoltre mi duole ricordare l’attesa eliminazione del passaggio a livello di via Fiume che, nonostante sia stato teatro di incidenti anche mortali, non ha ancora visto cantierizzato alcun progetto.
    Se è vero che queste realizzazioni sono in carico ad altri Enti, è altrettanto necessario un impegno del Comune assumere le iniziative del caso al fine di chiudere questi annosi capitoli di inefficienza.
    In merito alle infrazioni al cds è di solare evidenza che i contenitori Velo ok o come altro si chiamano, non assumono più neanche la funzione di dissuasori. Plaudo quindi ad azioni più incisive che riguardino tutti, anche i pedoni distratti o non rispettosi di segnaletica e semafori.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.