PONTE DEL 25 APRILE, ALLA STAZIONE DI OULX CONTROLLI STRAORDINARI DELLA POLIZIA 

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn


  OULX  – Si è da poco concluso il servizio straordinario di controllo negli scali ferroviari disposto a livello nazionale dal Servizio di Polizia Ferroviaria, coinvolgendo anche l’alta Val Susa.

Per il treno internazionale TGV Milano/Parigi e Parigi/Milano, i controlli sono avvenuti alla banchina di imbarco e sbarco dei passeggeri nello scalo principale di Torino Porta Susa, ma anche a Oulx, Vercelli, Novara, in sinergia con la Polfer di Milano ed il Commissariato di Bardonecchia.

In particolare, nella provincia di Torino i servizi si sono svolti in tutte le aree frequentate dai viaggiatori, anche quelle limitrofe, di 6 stazioni ferroviarie, fra cui i più importanti scali ferroviari del capoluogo: Porta Nuova, Porta Susa e Lingotto, ma anche gli scali ferroviari minori di Ivrea, Chivasso e Oulx. In quest’ultimo è stato sorvegliato il flusso dei viaggiatori, in salita e discesa, di tre treni internazionali TGV.

I controlli hanno portato all’identificazione di oltre 200 persone e non è stata riscontrata alcuna situazione anomala o illegale. La presenza delle squadre cinofile antisabotaggio, impiegate nelle Stazioni di Porta Nuova e Porta Susa, ha consentito anche un controllo approfondito delle aree sensibili, del deposito bagagli e dei parcheggi antistanti alle stazioni con esito negativo.

Il Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta, nell’ambito dei già incrementati servizi volti alla prevenzione dei reati, dato il delicato momento internazionale, e in concomitanza con il ponte del 25 aprile, ha effettuato controlli a tappeto negli scali ferroviari delle due regioni e a bordo treno, ponendo particolare attenzione ai bagagli al seguito.

Nei servizi sono stati impiegati 200 operatori tratti da tutte le dipendenti articolazioni presenti sul territorio delle due regioni, con il concorso di personale del Reparto Mobile di Torino, del Reparto Prevenzione Crimine Piemonte e di Unità Cinofile Antisabotaggio e Antidroga poste a disposizione dalle Questure di Torino e Cuneo. Sono state assicurate oltre 75 pattuglie appiedate in uniforme, abbinate ai servizi antiborseggio in abiti civili, espletati sia nelle stazioni che sui treni, presenziando tutti i convogli in arrivo e/o partenza, anche nelle stazioni minori.

Sono stati scortati, con personale a bordo, 62 treni lungo tutta la tratta regionale e 2 treni sulla tratta Torino-Roma e viceversa, con scorta notturna. Sono state garantite anche 8 pattuglie lungo linea e controllati in modo mirato numerosi bagagli con metal detector.

Un’attenzione particolare è stata riservata ai treni ad alta velocità. Sono stati intensificati i controlli di bonifica preventiva alle carrozze dei Freccia Bianca e dei Freccia Rossa e si è stretta la rete dei controlli a campione a passeggeri e relativi bagagli, per alcune tratte, anche in collaborazione con il personale di Rete Ferroviaria Italiana – Protezione Aziendale, per la parte di competenza, con la creazione di appositi filtri all’imbarco.

Complessivamente sono state identificate 595 persone, di cui 195 straniere e 6 minori. Di queste, ben 250 persone sono state identificate a bordo treno. Sono state denunciate a piede libero 2 persone, un italiano di trent’anni per il reato di porto abusivo di armi rintracciato nella stazione di Mondovì e una italiana sessantenne per contravvenzione al foglio di via obbligatorio, identificata nella stazione di Novara. Sono stati controllati 34 veicoli.

I controlli proseguiranno per tutto il periodo dell’ultima settimana di aprile e del primo maggio, anche con interventi supportati da rinforzi posti a disposizione dai Questori delle giurisdizioni interessate, nell’ambito di più complessi dispositivi di controllo straordinario del territorio.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.