PRESI I VANDALI E LADRI NEI 20 ALLOGGI DI BARDONECCHIA. SONO CINQUE MINORENNI DEL PAESE: VANNO ALLE SCUOLE MEDIE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

I carabinieri della Stazione di Bardonecchia, coordinati dal capitano Pieroni, hanno individuato cinque minorenni, tra i  12 e i 14 anni, abitanti a Bardonecchia, responsabili di avere danneggiato e saccheggiato 19 alloggi in via Genova 22 a Bardonecchia. Sono tutti nati in Italia, di cui due di origine rumena.

GUARDA LA FOTO DELLA REFURTIVA RECUPERATA DAI CARABINIERI

Sono stati denunciati a piede libero, frequentano tutti la seconda e terza media a Bardonecchia. I fatti erano avvenuti tra martedì 19 e sabato 23 maggio scorsi.  Ignoti erano entrati in diciannove alloggi del medesimo condominio, tutte seconde case e disabitate.

GUARDA LE FOTO DEI FURTI E ATTI VANDALICI

Avevano forzato le porte d’ingresso e dopo aver rovistato e rubato – in alcuni appartamenti – avevano spruzzato, ma non in tutti gli alloggi,  la schiuma di un estintore sui pavimenti e sui mobili delle stanze. L’attività investigativa aveva permesso ai militari  di trovare immediatamente dopo i fatti,  parte della refurtiva abbandonata poco distante dal luogo del furto.

Inoltre c’era un pidee di porco, utilizzato per scassinare le porte. I carabinieri sono quindi andati nella ferramenta del paese, per sapere chi l’avesse comprato, e si è scoperto che l’acquisto era stato effettuato proprio da due dei ragazzi autori del raid. Le motivazioni del gesto non sono ancora note, ma dovrebbe trattarsi di una sfida tra loro a chi rompeva di più le cose, un gioco assurdo e senza senso.

I minori hanno ammesso le loro responsabilità. Le parti offese potranno eventualmente chiedere il risarcimento dei danni  ai genitori dei ragazzi segnalati alla procura dei minori.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.