PRESO A PUGNI NEI BOSCHI PER UN DIVERBIO SUL CANE / GIOVANE LANCIA L’ALLARME SU FACEBOOK

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  
Preso a pugni da uno sconosciuto nei boschi di Buttigliera Alta, per una semplice diverbio sui propri cani. Il fatto è avvenuto venerdì, e ne è stato vittima un giovane che ha denunciato l’aggressione ai carabinieri, dopo aver rimediato un trauma cranico e mandibolare, oltre a varie ferite e una micro frattura ad una vertebra cervicale (dovuta alla torsione subita dal collo a causa del pugno) con prognosi di 20 giorni. “Vorrei mettere tutti a conoscenza di quanto mi è capitato ieri. Lo faccio esclusivamente per sensibilizzare e tutelare chi, come me e come tanti altri proprietari di cani, si reca nei boschi a passeggiare con i propri amati amici” spiega il ragazzo su Facebook. 

 “Assieme a due amiche, con i rispettivi cani, tornavamo da una camminata nel bosco che si trova al fondo di Via del Cellino, quando a circa una ventina di metri da noi scorgiamo una persona con un cane bianco, di taglia media di circa 25kg al guinzaglio che si ferma – spiega il giovane – vedendo i nostri che correvano liberi e spensierati. Il mio cane, senza dare evidenti segni di aggressività, si avvicina lentamente a questo signore, con l’intento di andare a conoscere un nuovo amico. Al mio richiamo si ferma e resta immobile a circa 1 metro alla sinistra di questo uomo che, senza toccarlo, comincia a scalciare per allontanarlo. Non mi preoccupo più di tanto, e mi avvicino con il guinzaglio per legare il mio cane”. 

E qui iniziano i problemi: “Mi giro verso questo signore e gli dico, con tono molto basso e quasi stupito:”non era il caso di scalciare”- spiega il giovane – la sua reazione è stata quella di gridarmi in faccia: CHE C..ZO DICI? Allora gli ripeto molto serenamente che non era il caso di scalciare”.

Parte quindi la raffica di botte: “Non credo di aver neanche finito la frase – ricorda il ragazzo –  che mi ha sferrato un pugno in faccia gettandomi a terra e continuando con calci e pugni a colpirmi. Sono riuscito durante la colluttazione a buttarlo a terra e colpirlo con il guinzaglio, visto che ce l’avevo ancora in mano, procurandogli la rottura del labbro. Purtroppo questo gesto di follia immotivata da parte di questo pazzo mi è costata: trauma cranico, trauma mandibolare, escoriazioni e lividi su mano e gamba, ma soprattutto una micro frattura ad una vertebra cervicale (dovuta alla torsione subita dal collo a causa del pugno) e prognosi di 20 giorni”.

Insomma, una brutta avventura, che poteva avere anche conseguenze peggiori: “Con questo non voglio assolutamente creare degli allarmismi gratuiti – aggiunge il ragazzo – ma soltanto portare a conoscenza e sensibilizzare tutti i miei amici e conoscenti, della pericolosità che purtroppo ormai si cela anche dietro una ludica passeggiata con amici”.

Ha poi fatto denuncia nei confronti di ignoti per lesioni personali e minacce, potendo contare su due testimoni che hanno assistito all’aggressione “impietrite dalla paura”. “Questa persona l’ho vista chiaramente in faccia e ne posso dare una descrizione piuttosto precisa – aggiunge il giovane, con alcuni dettagli, tra cui  – età 30/40 anni, alto 1.85 cm, corporatura media, occhi scuri, occhiali da vista, capelli corti lisci e brizzolati, ecc.”. Infine, il ragazzo ha un ultimo auspicio: “Spero che questa persona venga possibilmente segnalata, in modo da poter modificare la querela verso ignoti a querela verso persona conosciuta…assicurarla alla giustizia credo che sia mera utopia…ma se anche solo servisse ad evitare che possa ripetere un gesto simile, ne sarei estremamente felice”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

6 COMMENTI

  1. penso che questi cani hanno veramente rotto le p… scatole. Ma peggio ancora i loro padroni, Teneteli al guinzaglio, anche i boschi non sono territorio vostro. Se vai a correre nei boschi rischi di essere azzannato, se cammini per strada pesti i loro escrementi, se vai in centri commerciali e supermercati te li trovi a scodinzolare tra i bambini. Ecco, i bambini, in questa società al rovescio ormai vengono prima i cani dei bambini…

    • Se vai nei boschi rischi di essere attaccato da un cinghiale o investito da genitori con bambini in bici, se vai in giro con bambini in centro di sera… Potresti essere vittima di aggressioni… Forse è meglio che tu non abbia un cane…. Non ne saresti degno….

      • GRANDISSIMO PCO1968 APPROVO PIENAMENTE …………………………SE NON SONO IN GRADO DI GESTIRE UN CANE SI PRENDANO UN PELUCHE O ALTRIMENTI IMPARINO A GESTIRE UN FIGLIO……………………………………….

    • PRECISO UNA COSA IO SONO PROPRIETARIA DI UN AMPIO BOSCO A BUTTIGLIERA ALTA E OGNI QUALVOLTA CHE CI VADO DEVO SEMPRE FARE ATTENZIONE CHE QUALCHE BAMBINO IN BICILETTA O ADULTO MI INVESTA E NON PARLIAMO POI DELLE MOTO…………………………PERTANTO INVECE DI PENSARE A CRITICARE UN CANE PENSATE A GUARDARVI VOI UMANI A 2 GAMBE………..PER QUANTO RIGUARDA I BAMBINI SEMMAI SONO LORO CHE ROMPONO IL CAZZO DA TUTTE LE PARTI ,,,NEI CENTRI COMMERCIALI SI DEVE FARE ATTENZIONE ALLE GAMBE PERCHE STI GAGNI SCORRAZZANO IN GIRO ……….BUTTANO GIU TUTTO DAI RIPIANI E ROMPONO I COGLIONI CON LE LORO URLA………………..QUINDI PRIMA IMPARATE A TENERE AL GUINZAGLIO UN BAMBINO POI NE RIPARLATE ……………………………………………………………………………

    • Hai ragione. I cani sono animali a cui voler bene, cercare compagnia, ma ormai qui siamo all’assurdo. In Svizzera i padroni dei cani devono avere la patente, altrimenti vengono denunciati.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.