PROBLEMI DI BILANCIO: LA REGIONE AIUTA CHIOMONTE, SAUZE DI CESANA E MONCENISIO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

Più della metà dei 10 milioni di euro attribuiti in attuazione del “Patto di solidarietà verticale” dalla Regione Piemonte ai Comuni fino a 1000 abitanti, in difficoltà con il pareggio di bilancio, è andata a quelli di montagna. È quanto ha deciso la Giunta regionale di piazza Castello nel corso dell’ultima riunione.

Ben 82 Comuni su un totale di 175 beneficiari sono montani e potranno usufruire di “spazi finanziari” per un totale di 5 milioni 234 mila euro.

La delibera prevede infatti l’attribuzione di spazi per interventi in conto capitale ai Comuni piemontesi fino a 1000 abitanti. Si tratta di una misura prevista dalla Legge di stabilità per aiutare gli enti in difficoltà con il pareggio di bilancio, che possono sforare ma esclusivamente per investimenti. La Regione può così cedere delle quote, garantendo comunque il raggiungimento dell’obiettivo generale a livello regionale.

“Nonostante quello regionale – ha detto l’assessore allo Sviluppo della montagna della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia – sia l’unico comparto, che, anche se assoggettato come gli altri alla regola del pareggio, dovrà realizzare un avanzo pari complessivamente a circa 2,2 miliardi di euro, che per il Piemonte equivale a un surplus di oltre 156 milioni di euro, La Regione per senso di responsabilità e a fronte delle pesanti difficoltà registrate dai Comuni più piccoli, in passato mai assoggettati alle regole del patto, ha ritenuto opportuno fornire un sostegno finanziario mirato. E le realtà montane sono quelle che maggiormente risentono di questi problemi, come si evince dal numero delle richieste pervenute.”

Dopo un’istruttoria e la pubblicazione di un format ad hoc da compilare a cura dei Comuni aspiranti al contributo, entro il termine del 30 luglio sono pervenute richieste da parte di 175 amministrazioni, per un importo complessivo di 14 milioni e 482 mila euro.

Le richieste riguardano tutte interventi complessi legati al ripristino di danni causati dal dissesto idrogeologico o all’erogazione del servizio scolastico, previsti nel Documento unico di programmazione 2016-2018, la cui esigibilità maturerà entro il 31 dicembre 2016.

Ecco l’elenco dei Comuni montani beneficiari del contributo con relativo importo in euro:

-Chiomonte 130.530;

-Sauze di Cesana 87.324;

-Moncenisio 75.000.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.