RALLY, IL PILOTA DI COAZZE MATTEO CERIALI SUL PODIO A SETTIMO TORINESE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di TOMMASO VALINOTTI

COAZZE / SETTIMO TORINESE – Una settimana e poi si comincia. Pensando al prossimo Rally di Sanremo (7-9 aprile) prova di apertura del Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco, Matteo Ceriali e Luca Ferraris hanno affrontato il 48° Rallye Team ‘971 di domenica scorsa, 3 aprile, per mettere a punto quei piccoli particolari che sempre sembrano mancare alla vigilia di una gara importante. E il rally della collina torinese è stato importante in vista di quella che sarà la prima gara del tricolore che il pilota di Coazze affronterà fra gli Junior, la serie mono modello (tutti su Renault Clio Rally5 curate da Motorsport Italia) che mette a confronto i futuri campioni.

“Il Rally Team ‘971 è stata una gara che ha risposto proprio a queste esigenze. Ho preso il volante di una vettura che non avevo mai usato, dello stesso modello che avrò a disposizione a Sanremo, anche se curata da una struttura diversa (al Team ‘971 la Clio Rally5 era del preparatore Kit Racing di Lido di Camaiore)” – sottolinea il non ancora ventitreenne pilota della Valsusa. “Così, evitando il più possibile di fare danni, perché il risultato, anche se importante non era fondamentale in questa occasione, ho provato diversi stili di guida per capire se erano più o meno redditizi, soprattutto nella modulazione della frenata, molto diversa dalla Fiesta usata in precedenza” specifica il portacolori della scuderia New Racing for Genova.

E la cosa salta subito all’occhio, esaminando le prestazioni in prova speciale, che hanno portato Matteo Ceriali e il suo copilota biellese Luca Ferraris a chiudere con un ottimo 13° assoluto, secondi della battagliata Classe Rally5. Dopo aver vinto la propria categoria nella prova iniziale di Albugnano, Ceriali-Ferraris sono terzi a Moransengo e sulla ripetizione dell’Albugnano del secondo giro, mentre sono medaglia di argento nelle altre tre rimanenti prove. “Con Luca abbiamo esaminato le nostre prestazioni prova per prova, chilometro per chilometro, per capire dove eravamo redditizi e dove meno. Poi, mentre stavamo per partire sulla Moransengo-2 la penultima prova della gara, ha iniziato a piovere ed anche questo è stato propedeutico alla gara del Ponente Ligure, perché non si può mai sapere cosa troveremo nelle montagne dell’entroterra ligure. Il tutto, ovviamente senza prenderci rischi”.

Ciò che non era da testare e l’affiatamento con il navigatore Luca Ferraris alla loro dodicesima gara insieme, con il quale ha già vissuto l’avventura del Sanremo dello scorso anno. “Il Sanremo è una gara che mi piace moltissimo per le sue prove che hanno il sapore della storia. Lo scorso anno abbiamo già fatto le prove di Vignai e Bajardo, quest’ultima però al contrario, mentre sono assolutamente nuove per me Langan e Teglia, ripescate dopo anni di assenza per questa edizione” conclude Matteo Ceriali continuando il conto alla rovescia che lo separa dal rally tricolore.

In gara al Team ‘971 c’era anche la mamma di Matteo Ceriali, la navigatrice valsusina Mara Miretti, che ha gareggiato nelle storiche sulla Ford Sierra Cosworth con Paolo Pastrone. L’equipaggio portacolori di Meteco Corse ha chiuso terzo assoluto, imponendosi dopo una lotta al calor bianco nel Quarto Raggruppamento.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.