RIFIUTI, GIAVENO PERDE IL RAPPRESENTANTE NEL CIDIU: “SIAMO DELUSI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CITTÀ DI GIAVENO

GIAVENO – All’assemblea dei soci per il nuovo rinnovo del consiglio di amministrazione da parte del Cidiu, che si è svolta lo scorso giovedì 18 ottobre, non è stato rieletto il precedente rappresentante.

Dichiara l’Assessore all’Ambiente Marilena Barone: “Ringraziamo Mauro Lavaselli per il lavoro svolto in questi anni nei confronti dei comuni della Val Sangone, rispondendo prontamente e puntualmente alle nostre istanze e ponendosi anche in modo propositivo rendendoci partecipi di novità e di opportunità che di volta in volta si presentavano. Ha svolto egregiamente il suo compito nel Cda del Cidiu, portandolo in questo 2018 al miglior anno di gestione nei suoi 46 anni di azienda, con importanti risultati a livelli di bilancio, di organizzazione e di efficientamento. Come Città di Giaveno siamo molto delusi e amareggiati che per la prima volta la valle non abbia più un rappresentante all’interno del Cda. E questo è avvenuto a causa di pressioni politiche; infatti, nel mese di giugno tutti e sei i comuni della Val Sangone si erano espressi per iscritto a favore della ricandidatura di Lavaselli al Cda, mandando una lettera ufficiale. Poi a settembre quattro dei comuni della valle hanno fatto retromarcia proponendo un candidato di Rosta. Cosa sia successo nel frattempo non lo sappiamo, possiamo soltanto immaginarlo; per voler colpire una persona professionalmente preparata e stimata e per la volontà di ostacolare l’amministrazione di Giaveno si è invece avuto il risultato che sono stati penalizzati i giavenesi tutti e la Val Sangone tutta, privandoli di una rappresentanza e della competenza acquisita in tutti in questi anni. Noi avevamo sostenuto la ricandidatura di Lavaselli proprio perché aveva dimostrato interesse, serietà e preparazione sugli argomenti inerenti il ciclo dei rifiuti. Una persona a cui va tutta la mia stima personale e il mio ringraziamento per il lavoro svolto“.

Per fortuna, grazie all’interessamento del sindaco di Giaveno Carlo Giacone, del rappresentante delegato di Coazze, il Consigliere Regionale Alfredo Monaco, e di altri sindaci si è riusciti a far nominare sulla base di un vasto curriculum, una donna, un esperto ingegnere ambientale: l’Ing. Giovanna Dino di Alpignano.

Purtroppo non abbiamo un rappresentante del C.d.A. della Val Sangone – spiega ancora la Barone – ma dopo tanti giochetti di bassa lega politica, siamo riusciti, all’ultimo momento, ad inserire almeno una persona competente e con un curriculum di tutto rispetto, aderente all’incarico di amministratore di un’azienda che si occupa di rifiuti. La politica, secondo noi, dovrebbe sempre privilegiare il merito e le competenze e non le tessere politiche dei partiti. Auguriamo al Presidente Scolaro, ai nuovi consiglieri e al nuovo collegio sindacale un buon lavoro“.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Questa è la principale causa del declino dell’ente pubblico in italia, troppi politici trombati sono stati messi in posti cui non ne sono degni (incompetenza) e decidono su cose delle quali non ne sanno assolutamente nulla.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.