ROSTA, SPACCIO DI DROGA E SCHIAMAZZI NEL PARCO: “CI VOGLIONO LE TELECAMERE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

LETTERA FIRMATA

Egr. Sindaco, Egr. Maresciallo comandante Stazione di Rivoli,

faccio seguito alle molteplici e-mail a Voi indirizzate nei mesi e anni passati, nonché alla numerose chiamate al NUE 112 per segnalare la situazione che sotto ricorderò, ma che suppongo nota alle S.S.V.V..

Il Parco Robur è oggetto ormai da anni di notturne di gruppi di ragazzi del paese che disturba meno pesantemente la quiete pubblica, specialmente la notte.
L’Amministrazione è intervenuta prescrivendo gli orari di frequentazione del parco (massimo ore 21 e 22 rispettivamente in orario invernale ed estivo). Inutile dire quanto questo divieto sia stato poco seguito, tanto da obbligare il sottoscritto a ripetute chiamate al 112, nonchè ad interventi in prima persona. Questi ultimi li ho ultimamente evitati in seguito ad atteggiamenti minacciosi da parte dei frequentatori, nel timore che possano contribuire ad esacerbare il clima, ed essendo padre di due figli piccoli non vorrei in nessun modo incorrere in “dispetti” nei confronto della mia famiglia. Gli equipaggi del Pronto Intervento sono intervenuti più volte, con risultati che sono durati , come era logico aspettarsi, di pochi giorni o in certi casi ore.
Vorrei però segnalare l’aggravarsi della situazione: il gruppo di soliti noti si fa ora protagonista del consumo e cessione di sostanze stupefacenti, in modo regolare, continuo ed indisturbato. Questo avviene tanto di giorno quanto di notte.
La conformazione del parco consente di liberarsi delle sostanze all’arrivo degli equipaggi da me e altri abitanti chiamati, nascondendoli in siepi o panchine come ho più volte osservato.I frequentatori stessi si riferiscono a questo parco come il parco “nascosto”.
Questo è inaccettabile, scusate la franchezza. Ogni volta che ho avuto modo di chiamare i Carabinieri ho avuto modo di apprezzare la professionalità e la solerzia, ma questa situazione non si può risolvere altrimenti che con una sorveglianza costante, che solo telecamere di sicurezza possono offrire.
Ragion per cui sono con questa mia a:
1) Chiedere l’installazione di telecamere di sicurezza, con il compito di salvaguardare la sicurezza, la quiete, l’incolumità e la tranquillità degli abitanti.
2) Annunciare la raccolta di firme (tramite le riunioni condominiali delle zona) per promuovere la richiesta di cui al punto precedente.
Sono sicuro che questa mia lettera incontrerà il vs. favore e che conseguiremo finalmente  l’obiettivo di tranquillità e rispetto della legge.
Cordialità.
 
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

11 COMMENTI

  1. Suggerirei qualcosa di più delle telecamere in quanto inutili. Spesso i ragazzini si vantano delle loro malefatte sui social, quindi non sono due telecamere a fermarli… Anzi.
    Una soluzione? Spiace dirlo, le maniere forti, per compensare un’educazione che non hanno avuto. E la galera per sperare che smettano.

  2. Fassisti! Nassisti! Rassisti! Pessimista e 112 carogne fassiste! Per insegnarvi il rispetto e la sacralità della vita per voi due ci vorrebbe la condanna a morte! Per insegnarvi la libertà la telecamera la metteremo a casa vostra! Poveri giovani vittime di questa società rovinata dai maledetti seguaci di Meloni e Salvini! E dai fassisti come voi! Droga libera e schiamazzi liberi contro la vostra mentalità fassista!

  3. Ve la do io la soluzione !
    I Droni ,li hanno usati per multarci durante la chiusura .li stanno usando per controllare chi va in giro senza mascherina.
    Credetemi funzionano veramente.

  4. Ve la do io la soluzione
    I Droni ! Li hanno usati per multarci durante il LOOKDAU
    Li stanno usando per controllare chi va in giro senza mascherina sono efficaci credeteci

  5. Il aignore potrebbe rilassarsi anche un po, mica siamo in barriera di milano, immagino abbia le peove che ci sia proprio spaccio, si è camuffato da cliente?

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.