SALVINI IN VALSUSA, DENUNCIATI 4 NO TAV PER GLI SCONTRI AL CANTIERE DI CHIOMONTE: 45 PERSONE IDENTIFICATE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DALL’UFFICIO STAMPA DELLA QUESTURA DI TORINO

CHIOMONTE – Nella mattinata odierna, nei pressi del varco 1 del cantiere TAV di Chiomonte, un centinaio di appartenenti al centro sociale Askatasuna ed anarchici aderenti al movimento No Tav, hanno effettuato un presidio, nel corso del quale hanno tentato di superare gli schieramenti della forza pubblica predisposti a tutela del sito di “Interesse strategico nazionale”. I tentativi sono stati contenuti dal personale della Polizia di Stato in servizio. Nel corso della manifestazione, il personale della Digos ha identificato 45 antagonisti: 4 di loro, due donne e due uomini, saranno denunciati all’autorità giudiziaria poiché già sottoposti al foglio di via obbligatorio dal Comune di Chiomonte, emesso dal questore Francesco Messina.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

22 COMMENTI

  1. Per vedere il comportamento della polizia guardare il video girato da Skay.
    In particolare dal minuto 0:17
    Questo video è già stato rimosso da Skay perché imbarazzante.

    • A furia di provocare il calcio nei coglioni se lo è guadagnato tutto. Che poi di imbarazzante c’è chi scrive “Skay” invece di “Sky”.

  2. Una persona con alle spalle una condanna x oltraggio a pubblico ufficiale (x lancio di uova al grido padania libera), non solo ricopre la carica di ministro degli interni ma indossa anche la giacca della polizia? Magari domani va anche allo stadio con pregiudicati e camorristi …

  3. ……… é stata una rimpatriata tra denunciati….. Salvini per la nave Diciotti e 4 no tav….. evviva l’Italia paese dalle grandi opportunità….

  4. L’unica cosa imbarazzante che ho visto……sono quei 4 nullafacenti NOTAV che anziché andare a lavorare vanno a dare fastidio alla Polizia!!!!!!

    • Oddio! I nullafacenti non possono lavorare perche’ sono quasi tutti pensionati! Pensionati o casalinghe che come nel 2005 sono stati aggrediti nella manifestazione.Evviva il coraggio di pestare vecchi e donne, chiamiamolo cosi! Evviva in senso critico.

      • Il 6 dicembre 2005 nelle tende sui prati di Venaus di pensionati non ce n’erano. Piuttosto era pieno di ragazzi dei centri sociali di Torino la cui occupazione era ignota.

        • I ragazzi sono arrivati in seguito….Per info anche qualche tempo fa di notte furono chiamate le forze dell’ordine e se ne andarono perche’ quelli che erano li erano vecchietti. E ricordo il caso di una donna non piu’ giovane arrestata .Un’opera importante e urgente la Tav cosi’ importante e urgente da essere finita tra 20 anni.Dopo i 30 precedenti! Cavolo fosse casa aspetterebbero 50 anni tant’e’ urgente? Ma sentito tante cose cosi ridicole.

          • Evitiamo di fare dello stucchevole revisionismo storico. In quei prati c’erano tende dei ragazzi dei centri sociali. Sulle due barricate che erano state erette sulla provinciale c’erano i ragazzi dei centri sociali. Di gente della valle sgomberata la notte del 6 dicembre 2005 c’erano Sì e No 10 persone. Nella manifestazione dell’8-dicembre 2005 gli scontri con la polizia sono avvenuti in località “passeggeri” con i ragazzi dei centri sociali. Se credi di star parlando con uno che non ha visto o vissuto queste cose con i propri occhi, sei sulla cattiva strada.

      • Quello che ha preso il calcio nei marroni, è il tipico pensionato NOTAV, pensionato da Di Maio con il reddito di cittadinanza in cambio di un voto

    • Mi spiace deludere te e Ferrentino, ma la mia opinione sui NoTav è la stessa da quando esistono. Anche se dopotutto non è tutta colpa loro se sono diversamente competenti.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.