SANITÀ: IN ALTA VALSUSA ARRIVA L’INFERMIERE A DOMICILIO DI FAMIGLIA E COMUNITÀ

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DALL’UFFICIO STAMPA DELL’UNIONE MONTANA VIA LATTEA

SESTRIERE – Prosegue con successo il cammino intrapreso dal Comune di Sestriere nell’inverno 2013 con il progetto denominato “Meno soli sulle Alpi”, pensato per assicurare un “punto salute” con attività di servizi sanitari non di emergenza e di sperimentazione di telemedicina.

Un progetto che ha riscontrato nel tempo un forte apprezzamento da parte di coloro che hanno avuto modo di conoscere e usufruire di tali servizi, sia residenti che turisti, e la cui valenza è stata riconosciuta anche attraverso l’assegnazione del premio Cresco Award come “Comune più digitale” da parte della Fondazione Sodalitas. Un progetto esteso poi anche all’Unione Montana “Comuni olimpici – Via Lattea”, tra i Comuni di Cesana Torinese, Claviere, Pragelato, Sauze di Cesana, Sauze d’Oulx e Sestriere.

Il progetto “Meno Soli sulle Alpi” prevede una nuova figura professionale per il territorio dell’Alta Val di Susa, l’infermiere di famiglia e di comunità (Ifec), che individuerà situazioni di disagio o di difficoltà e porterà al domicilio degli assistiti le attività di promozione della salute, di empowerment, di educazione terapeutica e di monitoraggio in remoto dello stato di salute dei cittadini, anche con l’impiego della telemedicina. Inoltre, l’infermiere avrà il compito di integrare la propria attività con le consulenze specialistiche. Nell’ambito dell’infanzia, saranno avviati interventi di intercettazione precoce dei Disturbi Specifici di Apprendimento (Dsa), coordinati da logopedisti e insegnanti della scuola primaria.

Tale riorganizzazione si propone, in particolare, di arginare il depauperamento sociale delle comunità montane fornendo ai cittadini, attraverso la sensibilità e l’attenzione dei Comuni, innovativi servizi socio-assistenziali. L’obiettivo è quello di agevolare la permanenza nelle valli fornendo quei servizi che, ove mancanti, giustificano gli esodi forzati della gente di montagna, costretta da impellenze particolari a faticose trasferte per visite, accertamenti, cure e controlli.

Un ulteriore passo in avanti è stato compiuto venerdì 15 novembre con l’incontro tra l’Asl To3 nella persona del direttore del distretto Pinerolese Paola Fasano, i sindaci dell’Unione Montana “Comuni olimpici – Via Lattea”, i medici di base e i rappresentanti delle farmacie convenzionate dei Comuni dell’Unione.

Grazie all’impegno di tutti, il progetto “Meno soli sulle Alpi” da quest’anno vede quindi la collaborazione con l’Asl To3 e si arricchirà di una nuova figura professionale, l’Ifec, con il sostegno della Città Metropolitana nell’ambito del progetto europeo Pi.Ter. riservato alla valorizzazione e allo sviluppo dei territori transfrontalieri.

“Siamo convinti che proprio attraverso la collaborazione istituzionale fra gli Enti e attraverso l’introduzione di nuove figure professionali che tengano conto della realtà del territorio, come l’infermiere di famiglia e di comunità, sia possibile garantire i servizi anche in situazioni di difficoltà o di disagio. Come Asl, d’altronde, abbiamo puntato da anni sulla sperimentazione e sull’adozione di forme innovative di assistenza, come la telemedicina e le cure a distanza” sottolinea il direttore generale dell’Asl To3, Flavio Boraso.

“Sicuramente le cose che funzionano bene è bene che siano diffuse. Il successo di “Meno Soli sulle Alpi”, riconosciuto in questi anni di sperimentazione, ha portato all’estensione del servizio a tutti i comuni che fanno parte dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea. Un’azione che siamo sicuri verrà apprezzata da residenti e turisti” ha aggiunto Maurizio Beria, Presidente dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea.

L’accordo siglato prevede una copertura dei servizi per il periodo compreso tra novembre 2019 e dicembre 2020.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.