SANITÀ: “IN VALSUSA E CINTURA OVEST RIDOTTI I TEMPI DI ATTESA PER LE VISITE OCULISTICHE E CARDIOLOGICHE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SINTESI DEL COMUNICATO STAMPA DELL’ASL TO3

Il problema dei tempi di attesa è una delle questioni certamente più sentite, sia da parte dei cittadini che dei pubblici amministratori.

Nel solo periodo settembre-novembre 2018 sono state erogate, da parte degli specialisti ospedalieri, numerose prestazioni aggiuntive. Ecco le prestazioni aggiuntive svolte: 623 visite cardiologiche ed elettrocardiogrammi, 394 visite ortopediche, 586 ecografie addome e capo collo, 96 visite pneumologiche, 66 colonscopie, 129 spirometrie. Prestazioni erogate grazie a 548 ore di attività medica in più, distribuite nelle varie sedi sanitarie, a cui si deve aggiungere il supporto infermieristico e amministrativo.

Per quanto riguarda le prestazioni oggetto di monitoraggio a livello regionale, confrontando l’attesa media registrata nel 2018 rispetto al 2017 (dati da gennaio a novembre), i risultati evidenziano una riduzione del tempo medio di attesa nel 69,2% delle visite specialistiche e nel 70,6% di prestazioni diagnostiche, esclusi esami tomografici e risonanze magnetiche, per le quali la situazione si è mantenuta pressoché costante e in linea con gli standard regionali.

I risultati più eclatanti si sono raggiunti per le visite oculistiche (-25,8 giorni), per le visite cardiologiche (-28,4 giorni), per la visita chirurgia vascolare (-19,2 giorni), per la visita endocrinologica (-14,2 giorni), per la visita neurologica (-14,3 giorni); tra le prestazioni si segnalano il Fundus oculare e l’ecocolordoppler cardiaco con una riduzione di ben 16 giorni di attesa rispetto al dato precedente.

Se poi dovessimo simulare la situazione di una giornata campione, l’Asl (intesa come prima disponibilità a livello aziendale) risponde a 1 giorno per la visita cardiologica, per la visita ortopedica e per la visita gastroenterologica, a 5 giorni per la visita oculistica, per la spirometria e per l’ecografia addome, a 4 giorni per il fundus oculi, a 6 giorni per l’ecografia capo-collo mentre restano più critiche le prestazioni quali la visita dermatologica e l’Holter.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.