SANITA’ IN VALSUSA / I SINDACI HANNO DISERTATO PER INDIFFERENZA O SCELTA POLITICA?

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

IMG_0828[1]

di ROBERTO SERRA – FOTOSERVIZIO DI CRISTINA CAGNASSI

La dice lunga la non partecipazione dei sindaci all’incontro sulla sanità di Sant’Antonino, se per qualcuno può vantare una scelta di carattere politica per i più è semplicemente indifferenza nell’approfondire i problemi in cui si dibatte la Valle.

Eclatante e significativo il comportamento del sindaco di Cesana: prima sottoscrive una raccolta firma per il mantenimento del reparto di pediatria, pochi giorni dopo, forse su suggerimento di qualcuno disinvoltamente rinnega la scelta giustificandola con una lettera intrisa di politichese e di piaggeria verso il sistema regionale sanitario a favore della chiusura. L’occasione di questo incontro avrebbe permesso al sindaco di illustrare i suoi punti di vista e confrontarsi con gli altri Amministratori e spiegarne le ragioni. Troppo facile riempirsi la bocca di affermazioni del tipo “facciamo sistema”, “lavoriamo assieme”, “la crisi” per poi in occasione di dover affrontare i problemi opportunamente ci si defila. Qualche esempio : ospedale, Tav, trasporto pendolari, sviluppo di valle, progetti transfrontalieri ect. Quando mai ci si è proposti per  un dibattito, un confronto, ovviamente inquadrato in un contesto di evidenza pubblica  tra l’Alta e la Bassa Valle, mai!!! Eppure di motivi c’è ne sarebbero veramente molti. Mi si permetta una battuta questa non è AMMINISTRARE e semplicemente barcamenarsi curando il proprio orticello. Chi se ne frega se chiude Susa per male che vada da Cesana o da Claviere come molte volte è già successo si va a Briancon, per quanto riguarda Oulx, Salbertrend, Exilles chi se ne frega…..!

GUARDA LA FOTOGALLERY

Se veramente la chiusura del reparto fosse irreversibile, troppo difficile ipotizzare soluzioni alternative quali la realizzazione di 3 o 4 avio superfici per elicotteri abilitate anche al servizio notturno. Mi risulta che il Colonnello Golini responsabile dell’eli  soccorso del 118 ha più volte sollecitato le Amministrazioni in tal senso, ovviamente trovando scarso entusiasmo o per lo meno scarso interesse. Non mi avventuro in approfondimenti tecnici, ma in un mondo sempre più tecnologico mi pare impossibile non trovare una soluzione che garantisca una soluzione del problema.

Ogni commento ulteriore è superfluo.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.