SANT’AMBROGIO, IN ARRIVO LA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DEL COMUNE: ECCO LE REGOLE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di CORINNE NOCERA

Con una delibera del 28 settembre, la giunta comunale di Sant’Ambrogio ha approvato la proposta del sindaco Fracchia di disciplinare la pagina facebook del Comune, contestuale al documento “policy per la presenza istituzionale nei social network”.
Un vero e proprio galateo virtuale, simile a quello “reale”, già esiste da tempo per la comunicazione in rete, anche se non tutti ne sono a conoscenza.
È curioso però il fatto che un Comune si sia imposto un codice di condotta, per la condivisione sul web di informazioni ed iniziative del paese: ecco di seguito il documento con tutte le regole che la giunta e gli utenti dovranno seguire, per pubblicare sul social i post di Sant’Ambrogio e per poter interagire tramite questo canale.

POLICY PER LA PRESENZA ISTITUZIONALE NEI SOCIAL NETWORK

FINALITÀ
Il Comune di Sant’Ambrogio di Torino utilizza i social network, ed in particolare la piattaforma Facebook, per diffondere e pubblicizzare le proprie iniziative e attività e potenziare la comunicazione esterna con finalità di comunicazione, turistiche, culturali e di promozione della città e del territorio. La pagina Facebook “Comune di Sant’Ambrogio di Torino” è coordinata dall’Assessorato alla Comunicazione istituzionale. Le seguenti “policy” sono pubblicate sulla pagina Facebook “Comune di Sant’Ambrogio” e sul sito internet www.comune.santambrogioditorino.to.it . L’adesione alla pagina comporta l’automatica accettazione delle presenti linee guida oltre a quelle generali della piattaforma.

CONTENUTI
La pagina Facebook del Comune pubblica testi, fotografie, video e materiali multimediali aventi a oggetto le iniziative e il territorio del Comune di Sant’Ambrogio di Torino. Tali materiali possono essere condivisi e riprodotti citando la fonte originale. Gli spazi pubblicitari a margine dei contenuti sono gestiti dal social network senza possibilità di controllo da parte dell’Amministrazione comunale.
La presenza su Facebook costituisce un’interfaccia complementare ai tradizionali strumenti di comunicazione, attivata per migliorare l’efficacia e la tempestività dell’informazione e partecipazione dei cittadini. Lo spazio istituzionale sui social network non vuole sostituirsi alle competenze specifiche degli uffici comunali e non può rispondere alle segnalazioni e richieste informative di carattere generale. Alle richieste relative ai post pubblicati verrà fornito riscontro, sentiti gli uffici interessati. I commenti degli utenti rappresentano l’opinione dei singoli e non quella del Comune di Sant’Ambrogio di Torino. Ciascun membro della community è consapevole di essere personalmente responsabile dei contenuti inseriti e delle conseguenze giuridiche di dichiarazioni e comportamenti.
Il trattamento dei dati personali e sensibili degli utenti risponde alle policy in uso sulla piattaforma Facebook. Sono pertanto escluse discussioni e interventi che riportano dati personali e sensibili ai sensi della vigente normativa.

MODERAZIONE
Il Comune di Sant’Ambrogio di Torino rispetta la libertà d’espressione e favorisce la partecipazione nei termini indicati nel presente regolamento. Per garantire un confronto civile tutti gli iscritti sono tenuti a rispettare le comuni regole di buona educazione e buon senso. Gli amministratori della pagina, incaricati dall’amministrazione comunale, intervengono come moderatori degli interventi. Verranno eliminati senza darne evidenza pubblica:

lo spam ed i messaggi commerciali e pubblicitari;

i commenti che riportano dati personali e sensibili;

i commenti inseriti a semplice fine di propaganda politica, sindacale, religiosa;

i commenti che non sono in tema con le finalità informative, culturali e turistiche della

pagina;

i commenti che si trasformano in chat personale tra utenti;

i commenti fuori argomento, replicati o inseriti al solo fine di intralciare la discussione;

i commenti che utilizzano un linguaggio non appropriato (insulti, minacce, frasi che ledono la dignità personale);

i commenti offensivi verso gli amministratori del canale o altri utenti;

i commenti inseriti con lo scopo di innescare polemiche e che non siano espressione del

diritto di critica o di libertà di pensiero;

i messaggi che offendono la dignità e l’immagine del Comune di Sant’Ambrogio di Torino e

dei suoi cittadini, degli Amministratori e dipendenti comunali, delle istituzioni civili e religiose.

In caso di violazioni ripetute, l’amministratore della pagina si riserva, previa ammonizione all’interessato, di segnalarlo ai responsabili della piattaforma richiedendone il bando per impedire ulteriori interventi. Eventuali comportamenti rilevanti sotto il profilo penale verranno segnalati alle autorità competenti.

Regole Interne
La modalità descritta riguarda gli amministratori comunali ed il personale dipendente, il quale, autorizzato dall’Amministrazione, accede a un sito di social networking con un account istituzionale e attraverso esso agisce in nome e per conto dell’Ente. Nel caso di apertura di pagine specifiche o settoriali nonché legate a progetti di comunicazione patrocinati o partecipati anche in parte dall’ente, si prevede la possibilità di accreditare altro personale, pro tempore, per l’inserimento di contenuti. I dipendenti comunali che avranno questo compito verranno scelti all’interno degli organi Comunali ed avranno il compito di gestire l’utente e la password in modo da proteggere l’accesso alla pagina.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.