SANT’AMBROGIO, TAMPONI RAPIDI ALLA STAZIONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SANT’AMBROGIO DI TORINO – Comunichiamo che il Comune di Sant’Ambrogio di Torino ha formalizzato un accordo con la Croce Rosse Italiana per l’esecuzione di tamponi rapidi antigenici, il sabato pomeriggio nei locali della stazione ferroviaria.

I cittadini residenti nel Comune potranno utilizzare il servizio a titolo gratuito (fino ad esaurimento fondi stanziati) per una volta ciascuno se appartenenti alle categorie di seguito elencate:

1) Persone che hanno avuto contatti certi con soggetti positivi al test molecolare.

2) Soggetti affetti da sintomi che configurano il sospetto di insorgenza di malattia.

Saranno ammesse all’utilizzo del primo tampone gratuito le seguenti categorie:

1) Popolazione in età scolare che usufruisce della didattica in presenza nei plessi scolastici ubicati nel comune di Sant’Ambrogio di Torino sia residenti che non residenti, previa autorizzazione di entrambi i genitori. Il minore dovrà essere accompagnato per l’effettuazione del tampone da uno dei genitori.

2) Docenti dei plessi scolastici ubicati nel comune, sia residenti che non residenti.

3) Popolazione residente con un’età superiore agli 80 anni.

4) Soggetti maggiormente esposti al rischio di contagio in relazione all’attività professionale esercitata (a titolo esemplificativo e non esaustivo: esercenti il commercio sul territorio, personale degli uffici pubblici, indipendentemente dalla residenza anagrafica).

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

  1. Sicuramente un beneficio per la cittadinanza che non si deve spostare.
    Ma è d’ obbligo una riflessione:

    Una volta queste cose si sarebbero fatte all’ ospedale di Avigliana e la gente in stazione andava a prendere il treno.
    Poi hanno chiuso sia l’ ospedale di Avigliana che la stazione. Così la stazione diventa un luogo destinato ad attività sanitarie. Andremo a prendere il treno all’ ex ospedale di Avigliana ?
    Nessuno si illuda che passata l’ emergenza l’ ex stazione ferroviaria di Sant’ Ambrogio diventi un poliambulatorio ( tipo Condove). Appena il contagio rallenterà in tutta fretta la classe politica ordinerà altri aerei caccia bombardieri F23 oppure alzeranno di qualche piano il nuovo grattacielo della regione Piemonte o allargheranno “il buco” a Chiomonte. Sempre per il nostro bene si intende.

  2. Servo un assist al Merovingio…nell’assoluta e monomaniacale ossessione No Tav che lo attanaglia, il Sig.Galliano ci ha appena regalato delle perle memorabili.. Confonde spese militari con Erario: gli aerei da guerra sono gli F35! Gli F23 sono i moduli di pagamento per registrazioni atti, sanzioni o altro. Poi Galliano è anche un architetto fenomenale. Sostiene che si possano alzare a piacimento grattacieli già finiti, così, giusto per fare dispetto all’ambiente o ai cittadini…infine, l’ovvio, ma sempre spassoso riferimento al cantiere TAV di Chiomonte: però sembrerebbe che l’unico buco infinito sia quello in cui è sprofondata la Ragione del Galliano e dei suoi sodali No Tav. Se poi preferiscono altri buchi…

    • E’ vero ho scritto F23 anzichè l’ F 35. Ma la sostanza non cambia.
      Per quanto riguarda il grattacielo , si informi bene lei che lo definisce “grattacielo già finito “. Se così fosse sarebbe occupato ed efficiente. Invece è fermo e frutto di indagini per gli scadenti materiali impiegati.
      Per quanto riguarda il buco, è solo questione di tempo ! La classe politica italiana, lobby, e madamine rimpiangeranno di non aver fermato quella stupida grande opera dando ascolto alle sacrosante ragione dei NO TAV.
      Ci penserà la mafia, la corruzione , le tangenti , le indagini della magistratura a trasformare il grande buco in una cattedrale nel deserto, un’ opera infinità che perderà ogni interesse prima che venga terminata.
      E allora, i soliti noti frigneranno con le solite idiozie : ” Dobbiamo essere uniti “, ” non è l’ ora delle polemiche “, ” non siamo stati noi “, ” Non si poteva più tornare indietro ” ecc. ecc.ecc. ecc.

      In ultimo: lei si firma “uomo libero” e si prende gioco di me e delle mie ” perle memorabili” . Sa quale è la differenza ? Io esisto con nome e cognome, lei probabilmente no ed è un risponditore automatico al soldo di chissà chi. Se fosse così libero, forse si sarebbe firmato con nome e cognome, ma evidentemente tanto libero non è al punto da restare ben nascosto nel suo di buco…..Buona permanenza nella sua penombra Sig. Uomo Libero !
      Mauro Galliano- Condove-

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.