SANT’ANTONINO: PARTE IL PROGETTO DEGLI AIB SUI RISCHI DEL TERRITORIO, CON GLI STUDENTI DEL NORBERTO ROSA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

SANT’ANTONINO – Al Via il progetto “facciamo luce sui rischi del territorio”, presentato dagli Aib santantoninesi nell’ambito degli Avvisi di Selezione per progetti di assistenza per la realizzazione di iniziative in partenariato fra le Organizzazioni di Volontariato e il Centro di Servizi Vol.To di Torino, che coinvolge le Squadre Aib di Sant’Antonino, Vaie, Bussoleno, il Comune di Sant’Antonino e il Liceo Norberto Rosa di Bussoleno.

Il progetto, che durerà 12 mesi, prevede una serie di attività con gli studenti, finalizzate a conoscere ed imparare a convivere con i rischi del territorio, nonché alcune di natura prettamente tecnica riservate ai volontari impegnati nelle attività di soccorso.

La prima fase è iniziata la scorsa settimana presso il liceo dove gli alunni delle classi 4^ A, C, D ed E hanno preso parte alle lezioni teoriche sulla conoscenza dei rischi naturali presenti sul territorio.

Giovedì mattina, invece, gli studenti han visitato la sede Aib di Sant’Antonino dove, sotto la guida dei volontari delle tre associazioni, han preso confidenza con mezzi ed attrezzature antincendio e di protezione civile in dotazione alle squadre.
A metà maggio è prevista una dimostrazione presso il Liceo di Bussoleno dove volontari e studenti, utilizzando le tre tende pneumatiche in dotazione alle squadre, simuleranno un’emergenza che richieda allestimento di una tendopoli.

Terminato l’anno scolastico sarà la volta delle attività in rete: ben 7 esercitazioni notturne, in programma da giugno a marzo 2017, che vedranno operare i volontari delle tre Squadre nei tre comuni; 3 riguarderanno l’allestimento di tendopoli in zone già individuate dai rispettivi piani comunali di protezione civile, 3 di simulazione ricerca disperso in territorio montano e, infine, una di ricerca notturna su neve di persona scomparsa.

A ottobre, avviato il nuovo anno scolastico, studenti e volontari torneranno sulle alture di Sant’Antonino per simulare un pattugliamento notturno ed un intervento in caso di incendio boschivo.

Un progetto da 22.940 €, di cui oneri finanziari per 6.100€ (5.000 € in capo al Vol.To e 1.100 in capo alle tre Squadre AIB) e valorizzazione del volontariato per 16.840 €.
È prevista la realizzazione di un video relativo alle attività svolte durante il progetto, in cui gli allievi saranno chiamati a partecipare come attori, indossando divise e sistemi di protezione individuale, utilizzati durante le emergenze reali.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.