SAUZE D’OULX, IL COMUNE: “MULTE CONTRO I DEPOSITI DI MATERIALI SUI TERRENI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI SAUZE D’OULX

SAUZE D’OULX – Il Comune di Sauze d’Oulx è deciso a dare un giro di vite ai depositi incontrollati di materiali su suolo pubblico e privato. Il Sindaco Mauro Meneguzzi, prima di arrivare ad azioni sanzionatorie, prova a sensibilizzare i concittadini: “Ci sono pervenute alcune segnalazioni da parte di privati cittadini, residenti e turisti, e da organi di Polizia in merito alla presenza in alcune aree del territorio comunale del capoluogo e delle frazioni di accumuli indiscriminati di materiali vari (prodotti per l’edilizia, lamiere, calcinacci, tubi in plastica, legna, pietre, nonché alcune costruzioni in lamiera e/o legna), nonché situazioni di abbandono dei terreni, con omesso sfalcio degli stessi con potenziali rischi di incendi oltre a proliferazione di rettili. Questa situazione indubbiamente reca un danno non solo ambientale, ma anche di immagine al nostro Comune. Purtroppo è una situazione che si protrae ormai da anni e a cui bisogna porre rimedio”.

Il primo cittadino sauzino rimarca gli sforzi fatti dall’Amministrazione Comunale per promuovere e valorizzare il territorio: “Sauze d’Oulx in questi ultimi decenni ha orientato i propri interessi prettamente in ambito turistico e che questo l’ha portata ad essere una località di vacanza conosciuta ed apprezzata anche all’estero anche per l’attenzione prestata alle problematiche legate alla salvaguardia ambientale, dispiace constatare che chi frequenta il nostro territorio oppure anche solo lo percorre, debba trovarsi, a volte, di fronte a situazioni di abbandono, disordine e sporcizia che minano l’immagine della nostra zona. Va poi anche considerato che Sauze d’Oulx negli scorsi anni ha ospitato manifestazioni di carattere sia nazionale che internazionale e che l’Amministrazione Comunale sta facendo degli sforzi enormi per riportare sul territorio manifestazioni di grande livello”.

Tutti sforzi che si scontrano con questa situazione di territorio in disordine. Ecco allora che Meneguzzi ed il Consigliere delegato alla Polizia Locale Davide Allemand fanno appello al senso di responsabilità dei concittadini: Vogliamo sensibilizzare gli autori di questi depositi e i proprietari dei terreni su cui questi insistono, nonché i proprietari di appezzamenti soprattutto limitrofi e visibili dall’abitato e dalle strade, invitandoli a rimuovere tutte le situazioni di degrado che sono state evidenziate ed a provvedere allo sfalcio e pulizia dei prati incolti entro il prossimo 20 giugno. L’amministrazione, trascorso questo termine, si troverà giocoforza a dover incaricare gli uffici preposti del Comune (Polizia Locale e Ufficio Tecnico) e di altre Forze di Polizia (Carabinieri Forestali) per la verifica delle situazioni eventualmente ancora in essere con successivi provvedimenti sanzionatori secondo i termini di legge e dei vigenti regolamenti comunali in materia. Ma ovviamente siamo convinti che i nostri concittadini sapranno porre rimedio alla situazione di degrado senza dover arrivare ad applicare delle sanzioni”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

  1. Ma sul terreno privato uno non può tenere del materiale?
    Siamo sicuri che possano fare delle multe per questo??
    Prevedo una valanga di ricorsi.

  2. Sono sempre i soliti quattro a mettere questi materiali. Poi non vorrei dire ma per un campo da pallone avete fatto chiudere un centro ecologico. Stato fatto per evitare questo tipo di cose…

  3. Si parla bene ,ma si agisce poco , senza ecocentro è un disagio.
    Ora mettono il solito cassone per il verde è il resto ?
    I più civili chiamano il numero verde.
    E la maggioranza sparge, nelle isole ecologiche se va bene.

  4. Non dovrebbe essere una eccezione questo provvedimento ma la regola. In tutta la valle quasi ogni abitazione ha la sua bella baracca abusiva fatta con i più disparati materiali di recupero. Probabilmente per le amministrazioni è più facile mettere il velox che rendere questa valle un po’ più bella.

  5. ..invece il nuovo centro ecologico in mezzo al paese, lungo uno dei luoghi di passeggio frequentato dai turisti, si che riqualifica il territorio!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.