SCHERMA, LA VALSUSINA PERINI IN NAZIONALE PER I GIOCHI DEL MEDITERRANEO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di THOMAS ZANOTTI

OULX – Sono state diramate le convocazioni della nazionale italiana di scherma in vista dei prossimi Giochi del Mediterraneo che si svolgeranno a Tunisi dal 24 fino al 26 gennaio. A rappresentare l’Italia e l’Inalpi Team-Accademia Scherma Marchesa ci sarà anche la valsusina Vera Perini, proveniente da Oulx.

Vera ha 15 anni e frequenta il secondo anno al liceo classico presso l’Istituto Des Ambrois di Oulx. A Torino fa parte di una delle scuole prestigiose di questo sport, l’Accademia Scherma Marchesa. Per lei si tratta di una grande soddisfazione dato che nei fine settimana svolge numerose gare in Italia e a partire da quest’anno anche in Europa.

Dall’età di otto anni ha cominciato a “tirare” disputando tantissime gare nella specialità della spada, tra queste ottenendo una medaglia d’argento e un bronzo nel Campionato Italiano (Grand Premio Giovani). Recentemente è entrata nella categoria Under 17 e al suo primo anno si è classificata terza nella finale del Campionato Italiano disputato nella città pugliese di Lecce. A piccoli passi Vera prova sempre a costruire qualcosa di buono in questa disciplina sportiva nonostante gli studi e i Giochi del Mediterraneo saranno per lei un ottimo banco di prova.

Il programma delle gare prevede per venerdi 24 gennaio lo svolgimento delle gare di tutte e sei le specialità, ma riservate agli Under 17. Sabato invece in pedana si affronteranno gli under20 mentre domenica 26 gennaio si concluderà con le gare a squadre miste per armi.

A seguire gli azzurri sarà uno staff tecnico composto da Marco Autuori per il fioretto, Gaspare Faugiana per la sciabola ed Alfredo Rota per la spada. A guidare la delegazione azzurra sarà il consigliere federale Vincenzo De Bartolomeo, il dottor Matteo Angelelli fornirà l’assistenza medica mentre Luigi Petyx sarà il tecnico delle armi.

Complimenti e in bocca al lupo a Vera per questa bellissima e indimenticabile esperienza con la speranza di rivederla tornare in Valle di Susa e nel paese di Oulx impreziosita da una prestigiosa medaglia attorno al collo.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.