SCI, IL VALSUSINO MATTEO FRANZOSO CONQUISTA IL BRONZO AI CAMPIONATI ITALIANI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
 
dall’UFFICIO STAMPA DELLA FISI
SESTRIERE – Sulle piste del comprensorio della Vialattea le gare dei Campionati Italiani Giovani (atleti nati dal 1997 al 2001) si sono aperte con la medaglia conquistata da uno degli atleti più attesi. Matteo Franzoso, diciottenne dello Sci Club Sestriere, si è piazzato terzo con una bella rimonta (era settimo dopo la prima manche) nel Gigante corso sulla pista Sises 2 di Sestriere, perfettamente preparata dallo staff della Vialattea e dal Comitato Sci Club Olimpici.
La gara è stata vinta dall’azzurro Alex Vinatzer, che ha chiuso nel migliore dei modi una stagione culminata con la partecipazione alle Olimpiadi di Pyeongchang. Il finanziere gardenese ha concluso le due manche in 2’,00”,76/100, staccando di 82/100 Matteo Canins (Carabinieri) e di 1”,08/100 Franzoso. Matteo ha completato il bilancio di una giornata di grazia vincendo anche la classifica della tappa del circuito istituzionale del Grand Prix Italia Giovani, davanti a Tobias Kastlunger (Fiamme Gialle), quinto assoluto. Il terzo nella classifica ai fini del Grand Prix è Matthias Steinmair (Kronplatz Skiteam), settimo assoluto. Oltre al podio ottenuto da Franzoso, buoni anche il sesto posto del monregalese Alberto Blengini (Carabinieri, ma era quarto dopo la prima manche) e il dodicesimo del saluzzese Sebastiano Andreis (Sansicario Cesana), che aveva chiuso la prima discesa al decimo posto. Daniel Allemand (Bardonecchia) si è classificato trentunesimo, Davide Damanti (Equipe Limone) trentasettesimo assoluto e quinto degli Aspiranti, Stefano Cordone (Equipe Limone) quarantunesimo, Alvise Scarabosio (Sansicario Cesana) quarantottesimo, Francesco Colombi (Equipe Limone) quarantanovesimo assoluto e ottavo degli Aspiranti. Nella classifica dei nati nel 2000 e 2001 troviamo al tredicesimo posto Alberto Tomatis (Mondolè Ski Team), al quattordicesimo Elia Gitto (Val Vermenagna), al quindicesimo Lorenzo Berretta (Sansicario Cesana), al sedicesimo Michele Franzoso (Sestriere), al ventesimo Marco Aurelio Allemand (Sauze d’Oulx), al ventunesimo Francesco Novo (Bardonecchia), al ventiquattresimo Matteo Nicotera (Sauze d’Oulx).
“Matteo Franzoso ha disputato due manche di alto livello – ha commentato l’allenatore della squadra maschile del Comitato FISI Alpi Occidentali, Marco Gullino – peccato per Sebastiano Andreis, che nella parte centrale della seconda ha perso tempo prezioso. Allemand è finito fuori dai trenta nella prima manche per poco, ma ha disputato una buona seconda. Gli altri hanno pagato pettorali molto alti ma si sono difesi”. Nella giornata della medaglia conquistata da Franzoso è anche arrivata la notizia del ritiro definitivo dalle competizioni del carabiniere cuneese Antonio Fantino che ancora di recente si era piazzato terzo in un Gigante FIS al Passo San Pellegrino. Non sarà più al cancelletto di partenza un talento puro, approdato giovanissimo alla Coppa del Mondo, ma danneggiato da una pervicace sfortuna, sotto forma di incidenti che ne hanno compromesso la carriera nei momenti cruciali.
Marta Rossetti (Fiamme Oro Moena) è invece la nuova campionessa italiana Giovani di Slalom. Sulla pista Gialla di Claviere l’atleta trentina si è fatta un bel regalo per i suoi primi 19 anni, compiuti il 25 marzo, vincendo il titolo italiano con il tempo totale di  1’,28”,15/100, con 48/100 di vantaggio su Lara Della Mea (Centro Sportivo Esercito) e 62/100 su Martina Peterlini (Fiamme Oro Moena). Nella classifica ai fini del Grand Prix Italia Giovani ha primeggiato l’altoatesina Vera Tschurtschenthaler (Amateursportclub Drei Zinnen), quinta assoluta, davanti ad una positiva Carola Gardano (Sansicario Cesana), settima assoluta dopo aver rimontato quattro posizioni. La terza nella classifica del circuito istituzionale è Petra Smaldore (Sci Club Lecco) ottava assoluta. Tra le atlete piemontesi diciassettesima Veronika Calati (Ski Team Cesana), trentatreesima assoluta e dodicesima delle Aspiranti Charlotte Audibert (Golden Team Ceccarelli), quarantatreesima Sara Houkmi (Sansicario Cesana), quarantacinquesima assoluta e sedicesima delle Aspiranti Benedetta Marrai (Sansicario Cesana), quarantasettesima Simona Ceretto Castigliano (Prali Val Germanasca), quarantanovesima assoluta e diciannovesima delle Aspiranti Anna Barbero (Equipe Limone), cinquantesima assoluta e ventesima delle Aspiranti Matilde Provera (Sci Club Sestriere). Gaia Calzati (Bardonecchia) è giunta cinquantesima assoluta e ventunesima delle Aspiranti, Arianna Barile (Bardonecchia) cinquantaduesima assoluta e ventiduesima delle Aspiranti, Micaela Sanna (Golden Team Ceccarelli) cinquantatreesima assoluta e ventitreesima delle Aspiranti, Cassandra Lava (Golden Team Ceccarelli) cinquantaquattresima assoluta e ventiquattresima delle Aspiranti. Questo il commento finale di Alberto Platinetti, allenatore della squadra regionale femminile del Comitato FISI Alpi Occidentali: “Una bella gara di Carola Gardano, specie nella seconda manche sul ripido. Veronika Calati è retrocessa di un paio di posizioni, ma ha fatto una prova solida. Giulia Paventa è purtroppo uscita quando era nelle prime trenta. Peccato per Valentina Eydallin che stava andando forte”.

Martedì 27 marzo sulle piste olimpiche ultima giornata dei Campionati Italiani Giovani, con la disputa dello Slalom maschile a Claviere e del Gigante femminile a Sestriere.

Su questi siti è possibile trovare le classifiche del Gigante maschile e dello Slalom femminile dei Campionati Italiani Giovani:
https://data.fis-ski.com/dynamic/results.html?sector=AL&raceid=92099
https://data.fis-ski.com/dynamic/results.html?sector=AL&raceid=92098

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.