SCI IN VALSUSA, TUTTE LE NOVITÀ DEL WINTER PASS: “A MISURA DI SCIATORE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Giovanni Brasso

di THOMAS ZANOTTI

SESTRIERE – In Valsusa riparte la stagione dello sci, e ne sentivamo davvero la mancanza. Dal 4 dicembre riapriranno le piste, se le condizioni meteo lo permetteranno (e se la situazione Covid sarà sotto controllo): la Sestrieres Spa ha lanciato la nuova formula “a misura di sciatore” per godersi appieno le discese sulle piste della Vialattea, utilizzando gli impianti a prezzi scontati. Il tutto grazie alla nuova “Winter Pass”, disponibile dal 30 ottobre.

Una tessera nominativa che si acquista entro l’inizio stagione, al prezzo di 200 euro. Il Winter Pass consente l’acquisto di giornalieri a prezzo scontato di 5 euro, oltre ad ulteriori agevolazioni. Dal 30 ottobre al 22 novembre si potrà acquistare il Winter Pass in via promozionale.

“Il Winter Pass permetterà di acquistare gli skipass giornalieri in Vialattea al  prezzo scontato di 5 euro – spiega il presidente della Sestrieres Spa, Giovanni Brasso – il tutto si potrà fare comodamente online, oppure nelle biglietterie. Ma non solo: dopo aver raggiunto la soglia di spesa pari a 850 euro, il Winter Pass potrà essere utilizzato per caricare skipass giornalieri gratuiti, a costo zero”.

Una vera e propria innovazione nel campo del turismo invernale. Brasso ne spiega le motivazioni: “Considerato questo particolare momento storico, ridurre l’impegno di spesa iniziale da parte nei nostri clienti è un segnale importante, di fiducia e ottimismo – aggiunge – e consente agli sciatori di pagare i giornalieri solo al momento dell’utilizzo. Grazie al Winter Pass, i nostri clienti non devono anticipare denaro, pertanto non viene previsto il rimborso della mancata erogazione del servizio. Cosa che invece è avvenuta nelle ultime due stagioni precedenti. È una scelta figlia di tempi particolari, ma così manteniamo la convenienza”.

Il presidente della Vialattea è fiducioso nei risultati della nuova promozione: “Penso che il mercato reagirà positivamente, tolti i prevedibili disorientamenti iniziali, questa scelta sarà apprezzata sia da coloro che sciavano poco e godranno tutti di un risparmio importante, così come dagli sciatori più appassionati, che una volta superati gli 850 euro di spesa, avranno giornalieri gratuiti e tante agevolazioni. Si paga solo per quanto si scia, quindi la spesa totale potrà risultare anche decisamente inferiore agli 850 euro”. Ulteriori informazioni sul sito: www.vialattea.it.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

21 COMMENTI

  1. 200,00 : 3 = 66,66 per ogni giornaliero andando solo tre volte a Monginevro prima della 5° o 6° ondata*.
    850,00 – 200,00 = 650,00 : 5,00 = 130 (!) giornalieri prima di avere quelli gratis. Manco i maestri sciano così tanto.
    La convenienza è tutta nel misterioso gadget.
    Non si può ancora sapere se di questi Winter pass ne venderanno a pacchi ma di “pacco” c’è parecchio sentore.
    Com’era bella la mia Valle e che sorte infelice l’attende (o è già arrivata).

    * Da secoli Monginevro apre prima e con neve migliore.

    • Infatti andremo a Monginevro meglio molto meglio
      Cos è hanno paura a Sestriere di andare in bolletta anche loro, stavolta?

  2. Ma che dici?
    Fatti due conti su una persona che scia 20/30/40 volte a stagione, che è la categoria di sciatori a cui è dedicata l’offerta.
    Tenendo presente che uno stagionale costa 850 euro e un giornaliero VL 40.

  3. Provo riassumere :acquistando ” Winter Pass ” ( 200 € ) tutti giornalieri costeranno 5 € .Raggiunta la soglia di 850 € si potranno avere giornalieri gratis !!! ……850 € corrispondono a 170 giornalieri . Se 850 € sono comprensivi del Winter Pass ( 200 ) i giornalieri diventano 130 ???????

  4. un affare….per Brasso!
    prima un adulto e un bambino, che sciavano tanto, costavano 800€
    adesso 1200 e ho anche la rottura di scatole tutte le volte di dover comprare online i biglietti…..
    ma perfavore! gli unici che ci guadagnano, forse, sono quelli che sciano 10-15 volte all’anno….ma che non sono i clienti destinatari di uno stagionale (e quindi se lo facevano era per la comodità e non avevano problemi di soldi)

  5. A onore del vero il giornaliero sarà scontato di 5 euro. Invece di pagarlo 40, lo si pagherà 35.
    In secondo luogo il costo reale del nuovo stagionale sarà di 850 euro con la differenza che gli anni passati con 750 euro sciavi open anche al monginevro tutte le volte che volevi. Ora ci vai solo 3 volte con le contromarche.
    Inoltre i biglietti del monginevro li paghi a tariffa piena perché non sono gestiti dalla Sestriere spa ( permettetemi di dire che è una fortuna) .
    Mi sembra veramente una fregatura. Tutti gli altri si consorziano, il sestriere si è fatto uno stagionale solo per lui. Prevedo ne venderanno davvero pochi.

  6. 20 giornalieri x 5,00 = 100,00 + 200,00 = 300,00 : 20 = 15,00 euro per giornaliero.
    Nel mio primo commento non sono riuscit* a crederlo possibile.
    Se fosse vero sarei il primo ad esserne felice ma è da tanto che non credo a Babbo Natale.

  7. “Il Winter Pass consente l’acquisto di giornalieri a prezzo scontato di 5 euro”.
    A onore del vero il giornaliero sarà scontato di 5 euro. Invece di pagarlo 40, lo si pagherà 35.
    La lingua italiana, tra le più belle del mondo, riesca a volte ad essere fonte di qualche capriola.
    Paolo ha illuminato il senso dell’articolo:
    Il prezzo, non scritto del giornaliero sarà scontato di 5,00 euro.
    Non è l’acquisto del giornaliero ad essere proposto a 5,00 euro ma 5,00 euro sono solo lo sconto.
    Quindi per ammortizzare il Winter pass occorrerà “staccare” 40 giornalieri 200,00 : 5,00 = 40.
    Brasso è salvo, slitta e renne sono rinviate alle prossime stagioni.

  8. Shahrazad,
    se ho compreso bene, penso sia una tessera a scalare….dove i 200 euro sono anticipati. Man mano che consumi gli skipass , la tessera avrà solo valori residui fino ad azzeramento, poi probabilmente la ricarichi…se lo ricarichi oltrepassando il limite di 850 euro gli skipass sono omaggio….

    I 5 euro sono lo sconto applicato x ogni skipass , ipotesi se lo skipass al pubblico costa 40 euro – 5 = 35 il detentore di tale tessera lo paga con 5 di sconto…quindi la tesserà potrebbe scalare di quel valore e con circa 5,7 skipass hai esaurito i 200 euro…
    Credo che sia questo altrimenti qualsiasi Sci club cittadino offre la convenzione di sconti simili…

    Sul depliant allegato all’articolo parla di sconto sull acquisto online o in biglietteria di 5 euro non di acquisto a 5 euro…in ogni caso…

    Se invece rappresenta i 5 euro di sconto sara 200:5=40 giornalieri da acquistare a 30 euro. altrimenti non c’è convenienza.
    Se invece sono 200 euro a perdere non penso che l’acquisterà nessuno….

  9. Stagionale a 850€ un prezzo folle
    Vado da altre parti e spero che tanti facciano come me….

    Impianti sempre chiusi in settimana altri che aprono a loro discrezione
    Code nei passaggi obbligati e prezzo fuori dal normale
    Cortina costa meno!

  10. Calcoli troppo macchinosi,c è l’inghippo di sicuro.Meglio sarebbe abolire mattinieri ,pomeridiani, giornalieri ecc ecc
    e pagare per quante ore si scia con tessera prepagata,tanto la convenienza dello stagionale è quasi nulla.

  11. Ma davvero credete che quest’anno sarà pieno di sciatori ? Ne vedremo dlle belle , con la gente disoccupata e senza soldi .

  12. Tutti grandi esperti del calcolo a sentenza. La catena delle Alpi e piena di comprensori sciistici(anche le vostre amate Dolomiti). Invece di perdere tempo in calcoli basta cambiare metà. Ma forse vi accorgete che sono tutti uguali i comprensori europei…

    • Gia….
      Anno scorso bardonecchia per gli atleti 200€ a sestriere 800…

      serre Chevalier per gli atleti residenti 48€ lo stagionale via lattea 850€ bell’incentivo….

      Monginevro 450€ lo stagionale…per i turisti….. Impianti aperti tutti sempre, non solo week end e festivi ….

      Vogliamo continuare!??

  13. personalmente essendo in zona Claviere, passerò da 5 stagionali Via Lattea a 5 stagionali Monginevro! il bello dello stagionale era che non dovevi scegliere dove volevi sciare, ma sciavi “senza confini”!

  14. @antonio
    con la tua filosofia, senza andare sulle Dolomiti, già in molti lo facciamo… , basta andare in Francia….e quando rimarrano 4 sciatori in Valsusa forse potrai sciare sul tapis roulant del col del Lys…..perchè dopo il Frais anche altre località potrebbero chiudere….
    p.s. ah dimenticavo i comprensori Europei non sono proprio , tutti uguali….avere gli impianti saturi dalla domenica al venerdi fa tutt’altra economia e servizio…..

  15. Mi spiace per Antonio ma i comprensori europei non sono tutti uguali.
    Ce ne sono anche di più costosi ma nel rapporto qualità & servizi/prezzo la Sestriere Spa ha da tempo perso di vista i migliori.
    Le crescenti performance della vicina Bardonecchia, che oltretutto dispone di un comprensorio montano geograficamente più angusto, ci illuminano sulla realtà della Via lattea senza dover andare troppo lontano.

  16. traltro i 5€ di sconto se compri a prezzo pieno da vialattea, ma quale sarebbe il vantaggio se già adesso se ti iscrivi ad un club , cosa che può costare 12€ e non 200€, puoi sciare con contromarche e sconti ben superiori per non contare tutte le giornate promozionali non solo su vialattea o altrove! Ma questi chi pensano di prendere ancora per il fondello???? Investimenti nulli e nuove condizioni rapina! Stagionale a Monginevro 514€, stagionale a Bardo 650€ con investimenti, impianti nuovi!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.