SCONTI SUI BUS PER GLI STUDENTI PENDOLARI IN VAL SUSA: IL PD IN REGIONE BOCCIA LA PROPOSTA DELLA CONSIGLIERA RUFFINO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

158214

di CORINNE NOCERA

Vi abbiamo già parlato dei tanti studenti dell’Alta Valle, che due mesi fa chiesero alle istituzioni, proprio durante il convegno organizzato da ValsusaOggi, all’Itis Ferrari di Susa, delle agevolazioni e degli sconti, da applicare sui loro abbonamenti ai mezzi pubblici.

Il consigliere regionale Daniela Ruffino, prese l’impegno di portare tale proposta in Regione: così il 30 aprile scorso, presentò, come prima firmataria, due emendamenti al disegno di legge n. 84, contenenti due determinate richieste.

Nello specifico, col primo emendamento, Ruffino ha chiesto che la Legge 84, riguardante il bilancio degli anni finanziari 2015, 2016 e 2017, venisse modificata, “al fine dell’istituzione di un nuovo capitolo, su cui destinare risorse per la riduzione del pagamento dei mezzi pubblici relativamente agli abbonamenti scolastici per il secondo ed il terzo figlio a carico”.

Dava particolarmente voce alle richieste degli studenti il secondo emendamento, che, ci spiega il consigliere giavenese: “aveva lo scopo di istituire un nuovo capitolo, su cui destinare risorse utili per finanziare le convenzioni per studenti e pendolari dell’Alta Valsusa, che viaggiano tutti i giorni in treno, per recarsi a scuola o sul luogo di lavoro”.

Nonostante l’impegno dell’azzurra, entrambi gli emendamenti sono stati bocciati e non potrà dunque formarsi un capitolo di spesa, destinato a finanziare gli abbonamenti per il trasporto pubblico a favore dei pendolari e delle famiglie con più figli a carico.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.