SCUOLE AL FREDDO A SANT’AMBROGIO: “LUNEDÌ TORNA IL RISCALDAMENTO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di NORMA RAIMONDO

S.AMBROGIO – “Mamma, non voglio andare a scuola, fa troppo freddo“. Sono molti i genitori che in questi giorni hanno sentito pronunciare questa frase dai loro figli. Le bizze meteorologiche con il brusco abbassamento delle temperature, sommate agli impianti di riscaldamento spenti, trattandosi ormai della prima settimana di maggio, hanno infatti avuto come risultato aule fredde ed inviti da parte delle insegnanti, specialmente nei confronti dei più piccini della scuola materna, a lasciare indosso un giubbino negli ambienti non propriamente confortevoli.

Alcuni bambini hanno fatto chiamare i genitori per tornare a casa, altri hanno resistito ma poi si sono ammalati. Altri ancora, invece, con l’autorizzazione dei familiari, non si sono proprio presentati in classe. La protesta, oltre che dinnanzi ai plessi, si è ovviamente scatenata sui social, dove la denuncia della situazione divampa, talvolta anche con toni esagerati.

Una mamma ci ha scritto in redazione: “Da tre giorni chiamiamo il comune ma ad oggi la situazione non è cambiata: termosifoni sempre spenti, non ci saranno nemmeno 14 gradi. I bambini si sono ammalati e di questo dobbiamo ringraziare l’amministrazione. È possibile scrivere un articolo di denuncia di quanto sta accadendo?“.

Sulla rete, comunque, il sindaco ha fornito quasi immediato riscontro: “Cari genitori – risponde il primo cittadino Dario Fracchia – come sono arrivate le segnalazioni ci siamo subito attivati ed abbiamo già anche comunicato per iscritto alla Preside, oltre che per telefono, quanto è in nostro potere di fare. La gestione del riscaldamento non dipende direttamente dal comune ma da terzo gestore, ditta con cui abbiamo un contratto che si chiude e si apre con il periodo di riscaldamento previsto dal calendario regionale. Questo vuol dire che non solo dobbiamo andare in deroga alle disposizioni regionali, ma anche riattivare il contratto chiuso a fine stagione con la ditta. Questo lo abbiamo fatto e tra oggi e lunedì la ditta interverrà riaccendendo: per questi motivi non è purtroppo possibile fuori stagione accendere in emergenza gli impianti. Lunedì il problema dovrebbe essere risolto, anche se ricordo che nei condomini i riscaldamenti sono spenti e che al momento non c’è nessuna deroga regionale. Con un po’ di pazienza vediamo di risolvere il problema. A margine voglio sottolineare l’eccezionalità della stagione e la necessità di avere dunque una maggiore comprensione prima di dare dei giudizi talvolta affrettati“.

Invito che non pare essere stato accolto, a giudicare dai commenti che ancora affluiscono in rete. Con la speranza che lunedì non ci sia il problema opposto, ovvero temperature in aumento e termosifoni roventi, altrimenti gli animi e i social network saranno di nuovo in fiamme.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.