SI CONCLUDE A TORRE PELLICE IL SINODO DELLE CHIESE METODISTE E VALDESI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di IVO BLANDINO

TORRE PELLICE – Con la riconferma a moderatore della Tavola Valdese, si è chiuso venerdì scorso a Torre Pellice, il Sinodo delle Chiese metodiste e valdesi. Per una settimana, i 180 deputati delle Chiese Evangeliche si sono trovati nella Casa Valdese (sede del Sinodo), a discutere i vari temi delle chiese, sia a livello ecclesiastico che a livello sociale.
Il Sinodo ha espresso solidarietà alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto. È stata subito messa in azione, tramite la Federazione delle Chiese Evangeliche Italiane, una raccolta di fondi ed aiuti.
Molto gradita la presenza dei diversi rappresentati delle altre chiese, tra cui la CEI.
Al Sinodo di Torre Pellice erano presenti anche il pastore Davide Rostan, delle chiese valdesi di Susa e Coazze e della chiesa battista di Meana, e del delegato della chiesa valdese di Coazze, Andrea Mela.
Uno dei temi affrontati, è stato quello dell’ospitalità agli immigrati. La diaconia valdese ha già accolto e ospitato molti immigrati, tramite il servizio dei corridoi umanitari: donne e uomini che giungono in Italia non come clandestini, ma da “regolari”, grazie a questa missione ecumenica tra le chiese protestanti e cattoliche italiane.
L’Assise della più antica e storica chiesa protestante Italiana si prepara a celebrare il prossimo Giubileo, il prossimo anno, per commemorare i 500 anni della Riforma, nata il 31 ottobre del 1517 con l’affisione della 95 Tesi a Wittemberg in Germania, ad opera del monaco agostiniano Martin Lutero.
Questo anniversario, come ha ribadito il moderatore, sarà celebrato con diversi momenti ecumenici tra le chiese nate dalla Riforma e la chiesa Cattolica.
Il Sinodo, come è ormai tradizione, si è chiuso con un solenne culto liturgico nel Tempio di Torre Pellice.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.