SPUNTANO POESIE ANONIME SUI MURI DEI PAESI: A GIAVENO UN GRUPPO DI GIOVANI LANCIA IL MOVIMENTO PER L’EMANCIPAZIONE DELLA POESIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di NICOLE CASTELLI

Tenete le orecchie ben aperte, e guardatevi intorno. Potreste sentirvi chiamare da qualche verso, lì per voi, al fine di donarvi un’emozione imprevista. Sono i versi del MEP, Movimento per l’Emancipazione della Poesia, che sbucano a Giaveno, all’improvviso, dove nessuno si aspetterebbe di leggerli: sui muri.

GUARDA LE POESIE APPESE SUI MURI DI GIAVENO

Perché la poesia grida, per la prima volta, così aggressivamente, piombandoci addosso? Perché nessuno se lo aspetterebbe, dalla silenziosa arte, che proprio perché ha voce tanto flebile rischia di rimanere rinchiusa tra le mura di casa, in un cassetto. E lì, perde tutto il suo valore, non si fa leggere, non crede in se stessa e nella propria forza. Decide invece oggi di muoversi, dopo anni di reclusione, e mostrarsi pubblicamente.

Come si legge dal Manifesto, che si trova sul sito web del movimento: “Ad oggi la poesia non possiede, nella volgare società contemporanea, il ruolo che dovrebbe, per ragioni culturali e storiche, spettarle. E non perché non sia ancora portatrice della capacità di comunicare e suscitare emozioni, sentimenti e fantasie, quanto perché, sebbene si continui a scriverla, non si continua a leggerla, preferendo basso e vuoto intrattenimento a più nobili e faticosi esercizi d’animo e di pensiero”.

Con l’obiettivo di portare la poesia tra la gente, di rivendicarla dato il suo innegabile declino ai giorni nostri, è nato il movimento, che vuole liberare la poesia dal dominio di pochi per diventare appannaggio di tutti. Per questo, la poesia che si legge oggi sui muri è quella di autori contemporanei, che mettono al centro i propri versi e non la propria persona e vogliono ridare vita a una delle più alte forme di espressione artistica.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.