SUICIDIO A EXILLES, RAGAZZA SI BUTTA DAL “PONTE DELLA MORTE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

EXILLES – Tragedia questa mattina in alta Valsusa. I carabinieri e l’elisoccorso del 118 sono intervenuti al ponte di Exilles lungo statale 24, conosciuto ai più come “il ponte della morte”. Una ragazza francese di 25 anni, residente a Sainte-Marguerite, si è gettata nel vuoto per farla finita, precipitando da un’altezza di circa 80 metri. Per lei non c’è stato scampo

Il ponte “della morte” ad Exilles è stato negli anni passati già luogo di altri drammi: nell’agosto del 2011 fu un sedicenne di Bussoleno a buttarsi da là per una delusione d’amore, mentre nel 2010 si suicidarono nello stesso posto una coppia di anziani, il geometra bardonecchiese Franco Allais e Nicol Vema Usseglio. Nel maggio 2012 la stessa sorte toccò ad un giovane di Milano, nel giugno 2013 si uccise buttandosi da quel ponte il 27enne torinese Claudio Giordano, mentre nel 2015 stessa sorte toccò ad un anziano.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

17 COMMENTI

  1. Il ponte, è uno dei primi e migliori esempi di costruzione in cemento armatoal mondo, documentarsi,dovrebbe essere valorizzato come attrattiva turistica, non demolito . Se poi qualche stupido decide di suicidarsi , ci sono mille altri modi per farlo, ponte o non ponte.

  2. Chi fa certi commenti idioti mi chiedo veramente se ci sia o ci faccia. A parte che quel ponte come è stato detto sarebbe da preservare e tutelare. Ma chi si vuole suicidare lo può fare ovunque, o con qualunque mezzo, senza andare tanto lontano si può buttare dal ponte della statale che passa a fianco al vecchio ponte. Abbattiamo anche quello? Analfabetismo funzionale come se non ci fosse un domani.

  3. Quel maledetto ponte, é lì, abbandonato, discosto dalla strada principale, chi transita dalla strada statale neppure lo vede. Ecco il problema, é lì, é un tragico punto di riferimento. Facilmente raggiungibile ma semi nascosto. Se lo volete tenere allora verificatene la stabilità e realizzate delle barriere protettive ai lati che non siano scavalcabili. Altrimenti boom, affidatevi a una ditta specializzata che, tramite una demolizione controllata, elimini questa vetusta struttura.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.