SUSA, BLITZ DEI CANI ANTIDROGA ALL’ITIS FERRARI: 5 STUDENTI SEGNALATI PER POSSESSO DI HASHISH E MARIJUANA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

 

SUSA – Nei giorni scorsi la Guardia di finanza di Torino, in piena sinergia con i dirigenti delle scuole, ha ispezionato, con l’impiego delle unità cinofile antidroga, le aule ed i principali punti di aggregazione interni ed esterni di alcuni plessi scolastici, tra i quali l’Istituto tecnico “Enzo Ferrari” di Susa. Centinaia i locali e gli studenti “fiutati” dai cani dei finanzieri della Compagnia di Susa e della tenenza di Bardonecchia.
Cinque studenti, di cui tre minorenni, sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti, in quanto trovati in possesso di hashish e marijuana, nonché dei classici sminuzzatori denominati “grinder”, utilizzati per macinare lo stupefacente. Per loro, come vuole la normativa, verrà predisposto un apposito percorso di recupero.
Per i minorenni sono stati anche doverosamente informati i genitori.
Sostanza stupefacente è stata rinvenuta anche in vari ambienti scolastici, pronta per essere utilizzata, ma nascosta in modo tale da non poter risalire al responsabile, consentendo il sequestro nei confronti di ignoti per la successiva distruzione.
Il fenomeno del consumo di droga tra i giovanissimi è monitorato con grande attenzione sia dalle autorità scolastiche sia dalla Guardia di finanza di Torino che non solo effettua periodici e costanti controlli nei vari istituti scolastici, ma ha anche realizzato una campagna educativa di prevenzione volta alla sensibilizzazione e alla responsabilizzazione dei giovani rispetto al problema dell’uso e della dipendenza dalle droghe.
Il progetto, in collaborazione con le dirigenze scolastiche, è stato attuato attraverso molti incontri presso le scuole del territorio provinciale durante i quali i ragazzi hanno appreso come la Guardia di finanza di Torino opera in questo delicato settore anche attraverso delle dimostrazioni pratiche delle unità cinofile delle Fiamme Gialle.
Il messaggio recepito dai giovani in modo “forte e chiaro” è che anche il minimo quantitativo di droghe acquistato per uso personale, alimenta un mercato illegale che arricchisce i “mercanti di morte”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Finalmente una scuola che monitorizza regolarmente i propri studenti. Dopo i recenti casi in cui sono stati coinvolti molti studenti valsusini che non sono saliti nelle cronache locali. E’ bello farli crescere in un mondo ovattato convinti che questi fatti succedono solo agli altri.

  2. Sai che novità che i giovani di oggi fanno uso di droga in alta percentuale!! La finanza non viene a fare qualche giro nel vicoli di Bussoleno che partono da Via Fontan? Se si passa di lì di sera dalle 20,00 in poi fin oltre mezzanotte, nei mesi da giugno a settembre, c’è un raduno di drogati alcolisti… passando a piedi si inala la puzza rivoltante di droga, e per terra ci sono ovunque bottiglie vuote di alcolici, oltre al fatto che alcune case che sono state ripulite dai proprietari, vengono spesso imbrattate con scritte indecenti… una sera ho portato fuori la cagnolina un po’ tardi e sono stata aggredita da una pittbull libera, che per fortuna, sentite le mie urla ha mollato la presa dal mio cane, ma è inconcepibile che dei cani aggressivi non siano tenuti al guinzaglio. Se fossi passata con un bambino chi pagava?? Non posso credere che nessuno abbia visto questa situazione, visto che di sera da quelle parti c’è il via vai di gente che va al bar di fianco alla libreria e alla gelateria di Via Fontan… sarebbe ora di ripulire questi vicoli da questo degrado, perchè anche le famiglie normali di non drogati hanno il diritto di passeggiare in sicurezza con cagnolini al guinzaglio e bambini per mano, senza per forza assistere a questo spettacolo degradante… ovviamente adesso non succede, perchè le serate sono troppo fredde anche per chi si riscalda con gli spinelli!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.