SUSA DICE ADDIO ANCHE ALL’AMBULANZA MATERNO-INFANTILE? L’ASL NON RINNOVA LA CONVENZIONE CON LA CROCE ROSSA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn


di STEFANIA BATZELLA (Consigliere Regionale 5 Stelle)

SUSA – Siamo venuti a conoscenza che dal 1° giugno l’ASL TO3 non intende rinnovare la convenzione con la Croce Rossa di Susa per il trasporto secondario materno infantile su un’ambulanza già attrezzata con particolari dotazioni. Se tale convenzione non sarà rinnovata chi si occuperà del servizio? Sarà l’ambulanza medicalizzata a dover effettuare questi trasporti, lasciando il territorio sguarnito per altre emergenze?

Ricordiamo che ad oggi il personale medico – infermieristico operante nel 118 non è ancora stato adeguatamente formato per le emergenze ostetriche e pediatriche nonostante avessimo già segnalato questa mancanza l’anno scorso. La necessità di un’adeguata formazione era stata, a suo tempo, anche richiesta dagli stessi operatori.

Le nostre richieste sono sempre state chiare: ripristino in Pronto soccorso delle figure specialistiche (ginecologo, pediatra, ostetrica) per garantire l’urgenza e l’emergenza come emerso dalla volontà popolare attraverso la sottoscrizione di 10 mila cittadini presentata venerdì 13 maggio in Regione Piemonte e mantenimento di un’ambulanza dedicata per il trasporto secondario presso l’ospedale di Rivoli (TO).

Attendiamo chiarimenti dall’ASL TO3 e dall’assessorato alla sanità anche alla luce dei continui annunci relativi a potenziamento di servizi per questo territorio. Ad oggi invece abbiamo assistito solo a tagli su tagli e promesse non seguite da fatti. I cittadini della Valle di Susa continuano a subire fin troppe ingiustizie.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.