SUSA, LA CAGNETTA SALVATA DALLA DORA HA TROVATO UN PADRONE / LA DONNA CHE L’AVEVA LANCIATA CHIEDEVA AIUTO SU FACEBOOK

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn


SUSA – Silly ha trovato un nuovo padrone. La cagnetta buttata ieri dal ponte della Dora dalla sua proprietaria, e salvata poi dai vigili del fuoco, da questa sera ha una nuova casa. 

Dopo essere stata accudita per tutta la notte dalla vigilessa di Susa, grazie alle tantissime condivisioni  del nostro articolo e il passaparola di Facebook, è stata trovata una famiglia interessata a lei, ed ora è al sicuro, nuovamente amata.

Intanto, sorgono dei risvolti sulle cause del gesto scellerato fatto dalla sua ex padrona, forse sintomo di un malessere e di depressione, di un momento difficile. Un gesto inspiegabile, visto che proprio sulla sua pagina Facebook la donna condivideva spesso immagini di cuccioli, nonché foto di Silly. 

E proprio il giorno prima di lanciarla nella Dora, la donna aveva chiesto aiuto ai suoi contatti Facebook: “Chiedo ai miei amici un po’ di coccole…sono sola con Silly”.Il giorno dopo, l’ha buttata dal ponte. 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Non siamo mai stati tanto soli come da quando si comunica con i social network… meglio un amico solo ma vero, in carne ed ossa, che tante preferenze su facebook o altri social di persone che spesso manco si conoscono…. è bruttissimo quello che è successo alla povera cagnolina, ma mi fa molto pena anche la padrona che forse non sa a chi chiedere aiuto vero.

  2. è vero l’amicizia sui social è virtuale e non sono la stessa cosa di amici reali fosse anche uno solo ,non si saprà mai chi era la padrona della cagnolina personalmente vorrei conoscerla ma non per criticarla o rimproverarla
    dietro al suo gesto le motivazioni possono essere tante o una sola

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.