SUSA, NUOVO ALLARME AL PRONTO SOCCORSO: PAZIENTI SENZA LETTI, TURNI D’ATTESA LUNGHISSIMI CON URLA E MINACCE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

IMG_1694.JPG

di THOMAS ZANOTTI

Allarme al pronto soccorso di Susa, per turni d’attesa di 12 ore, nuove carenze al servizio e pazienti abbandonati sulle barelle. “Dopo diverse segnalazioni da parte di familiari ed utenti, ho effettuato un sopralluogo al pronto soccorso dell’ospedale di Susa – spiega il consigliere regionale Stefania Batzella – da alcuni giorni il pronto soccorso é strapieno di pazienti. Non ci sono più posti letto, e i pazienti sono sistemati nelle barelle e carrozzine. Sono addirittura terminate le barelle e le traumatiche a causa del sovraffollamento”.

E ancora: “La sala d’attesa è colma di persone che sono in attesa di essere visitate. I tempi di attesa sono lunghissimi. Ci sono pazienti che attendono il proprio turno da oltre 12 ore. Il clima é insostenibile: urla, insulti e minacce per le lunghe attese”.

“Il personale presente in turno è stremato per il sovraccarico di lavoro – accusa il consigliere regionale – persiste la grave carenza di personale infermieristico e medico. In turno è presente un solo medico di guardia, 2 infermieri ed un operatore socio sanitario. Ci sono i letti anti-shock aperti con patologie importanti. Trentacinque pazienti in attesa di essere visitati e valutati”.

Il pronto soccorso è talmente saturo che “ieri il 118 ha avuto l’ordine di non trasportare più i pazienti a Susa. Oggi le previsioni non sono migliori. Ancora una volta coloro che ne pagano le conseguenze sono i cittadini e i professionisti della sanità” aggiunge “Da parte dell’assessore alla sanità e dai vertici aziendali solo promesse da marinaio”. Infine, Batzella promette: “È vergognosa e inaccettabile questa situazione.Terminate le ferie segnaleremo la grave situazione in commissione ed in Consiglio Regionale. Dopo il tanto annunciato sblocco del turn over non è cambiato niente!”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Quindi continuiamo con le opere scellerate che prosciugano le già stremate casse dello stato, continuiamo a sentirci dire che non ci sono fondi, che manca personale . . . . ma per gli F35, il TAV etc. continuiamo a stanziare denaro . . . .

  2. Si vede che al popolo italiano, e valvusino in particolare sta bene tutto questo, altrimenti non voterebbe per una casta così ingorda da affamare il proprio popolo

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.