TAGLI AGLI UFFICI POSTALI: DA SESTRIERE A MATTIE, ECCO I COMUNI VALSUSINI COLPITI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

ufficio_postale

di ALICE VERGA

Le Poste si stanno riorganizzando e anche la Valle di Susa rischia di pagare un costo assai alto, fatto di una serie di piccoli sportelli dell valle che non funzioneranno più a tempo pieno bensì a singhiozzo, cioè soltanto per due o tre giorni a settimana.

E’ solo un elenco provvisorio, che può ancora cambiare, ma dà un’idea di come le Poste vogliano cambiare la propria rete nella nostra valle.

Ecco i Comuni che vedranno ridursi l’orario settimanale del proprio ufficio postale: Claviere, Giaglione, Gravere, Mattie, Meana di Susa, Novalesa, Pragelato, Salbertrand, Sauze d’Oulx, Sestriere.

Tagli che interessano Torino e i paesi della sua provincia, abbozzati del “Piano di sviluppo” presentato dal nuovo top manager Francesco Caio per rendere l’azienda di corrispondenza più appetibile in vista della futura privatizzazione.

Ebbene, nel nuovo piano industriale alcuni sportelli che aprono a singhiozzo resteranno operativi per appena due giorni a settimana.

Le chiusure e le razionalizzazioni manderanno in fumo decine di posti di lavoro, con i dipendenti che andranno ricollocati in qualche modo all’interno dell’azienda. E poi verrà a mancare un servizio in alcune aree: pagare le bollette, ritirare le pensioni o inviare un pacco sarà un po’ più difficile, soprattutto per chi è meno pratico con le nuove tecnologie.matt

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.