TAV E “SPESE PAZZE” AL CANTIERE DI CHIOMONTE: ARCHIVIATA LA DENUNCIA, ERANO STATI SPESI OLTRE 300MILA EURO PER PULIRE 11 CONTAINER E FORNIRE ACQUA AI WC

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

(null)

di FRANCESCA FREDIANI (Movimento 5 Stelle)

Accogliamo con una certa sorpresa l’archiviazione dell’esposto presentato il 9 luglio 2013 da 10 sindaci e 7 consiglieri della Valsusa e Rivalta, relativo ai folli costi pagati da LTF per la realizzazione delle recinzioni del cantiere della Maddalena.

Ricordiamo che l’esposto faceva seguito alle delibere approvate all’unanimità nei rispettivi consigli comunali dove, appunto, tutti i consiglieri avevano ritenuto anomali e non congrui i costi sostenuti da LTF. Credevamo che l’inchiesta “rimborsopoli” in Regione Piemonte rappresentasse l’auspicato inizio di una maggior attenzione e controllo su come vengono spesi i soldi pubblici. Purtroppo ci sbagliavamo, e di molto!

Non sappiamo spiegarci altrimenti come sia possibile ritenere corretto pagare (come ha fatto LTF e confermato con documenti ufficiali) in un arco temporale di soli 11 mesi ben 174.000 euro per la pulizia di 11 moduli/container (impiegando a tempo pieno due persone e due furgoni) e quasi 150.000 euro per la fornitura di acqua per i WC.

Proprio come per certe spese sostenute dai consiglieri regionali della scorsa legislatura, abbiamo difficoltà a pensare che rientri nell’interesse della collettività e dello Stato spendere 324 mila euro pubblici tra pulizia di 11 container e fornitura di acqua per i WC.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.