TAV, IL SINDACO DI GIAGLIONE: “NON MILITARIZZATE IL PAESE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di MARCO REY (Sindaco di Giaglione) Foto di NOTAV.INFO

GIAGLIONE – A pochi giorni da uno dei natali potenzialmente più strani dai tempi della guerra, il nostro Comune si ritrova ad essere implicitamente ostaggio delle misure di sicurezza al cantiere della Maddalena.

Implicitamente, perché da ieri 10 dicembre ci siamo svegliati in un paese militarizzato e piantonato ad ogni via di accesso dalle forze dell’ordine, dalle due del mattino mi sono giunte segnalazioni di posti di blocco e presenza massiccia di polizia. Tutti quelli che uscivano dal paese, o entravano, sono giunti sul posto di lavoro in ritardo.

I cittadini di Giaglione non si meritano questo, chiedono solo di circolare liberamente, dal paese e nel paese. Si fa fatica a considerare tale spiegamento di forze, numero di agenti e mezzi come luci natalizie e sentirsi ospiti indesiderati a casa propria.

Considerata l’ordinanza sancita dal Prefetto potremmo trovarci in questa situazione fino al 16 dicembre. Siamo costretti ad usare il condizionale perché possiamo solamente desumere che le cose andranno in tale maniera, visto che, al Comune non sono giunte comunicazioni esplicative a riguardo dell’ingente spiegamento di forze.

Per tutto il resto, navigando sui social network, chiunque potrà comprendere cosa sia successo e, purtroppo, stia succedendo in un tranquillo comune montano in questo momento, già difficile, per DPCM e pandemia.

Grazie per l’attenzione.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

10 COMMENTI

  1. avete paura delle FDO? e perche’ ? Chi non ha nulla da nascondere non ha nulla da temere, puo’ dormire tranquillo..
    roba da matti ma come puo’ un sindaco parlare cosi’? mah..

  2. Come mai il sindaco non chiede anche ai No Tav di non invadere il paesello? Anche perché i militari non sarebbero presenti se non ci fossero ogni volta centinaia di “pacifici” manifestanti.

  3. Sarà dura. Chi passa la vita a rompere le palle al prossimo prima o dopo viene ripagato con la stessa moneta. Raccogliete solo ciò che avete seminato nascosti dietro a una bandiera.

    • Solo che bisogna capire DIO se e chi ritiene che rompe i bau bau. Cioe Dio vorrebbe vedere tutto cio’? Mi sa di no! OPS allora la ruota gira per voi o per loro? Come si dice’ Non sputare in alto che ti sputi addosso’.Ecco evitiamo lo spunto in questi tempi.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.